La prossima Lombardia

Formigoni, in aula, prima che le cose precipitassero, aveva provocato.

Rispondiamogli, tutti insieme, nella più grande chiamata a raccolta programmatica degli ultimi tempi (call for papers, visto che ci piace una Lombardia più europea, dopo un secolo di provincialismo esasperato).

Sono passati tanti anni, da quando Formigoni è stato eletto: a quei tempi i camuni istoriavano le loro grotte. E allora ripartiamo da un camuno festante, che faccia ripartire la Regione.

Ora tocca a tutti noi immaginare un futuro diverso, a cui possono partecipare i lombardi ma tutti gli italiani, perché la Lombardia è una piccola Italia, che vive insieme al resto del Paese e che storicamente è stata ‘costruita’ con il contributo dei cittadini di tutte le regioni del nostro Paese.

Ancor prima di parlare di nomi, parliamo di cose da fare, per offrire contributi alla sfida del centrosinistra. Passate parola. I tempi stringono. E la qualità del nostro progetto deve essere alta e perciò diffusa (perché alto e diffuso, in politica, sono la stessa cosa).

Denunce, proposte e idee sono le benvenute, per immaginare la prossima Lombardia.

Alcune cose interessanti, dal mio punto di vista, le trovate qui. Altre, ormai, le conoscete già.

Altre le potete trovare nelle testimonianze raccolte in questi mesi, in alcuni casi molto profetiche, da Stefano Catone.

Avvertenza: i contributi che invierete saranno messo a disposizione di tutte le candidate e di tutti i candidati della coalizione. Perché dopo vent’anni di narcisismi e di personalismi, è il caso di passare dall’io al noi.

Qui il rendiconto del lavoro di questi anni in Regione e gli appunti per la prossima Lombardia.

Qui di seguito – passo dopo passo – i capitoli precedenti del nostro progetto-racconto:

0. Eletto senza cena
1. La Regione low cost
2. Lombardia, la regione della laicità e del rispetto
3. Facciamo le primarie, non i primari
4. Consumo di suolo a zero in una legislatura
5. Per un dibattito pubblico regionale
6. Un nuovo tipo di riciclaggio
7. Diventare grandi
8. Un nuovo ciclo politico
9. Le famiglie al plurale
10. Liberi di muoversi
11. Esco dalla crisi
12. Le autostrade non sono l’unica via
13. Bandi senza banditi
14. Dall’ordinanza alla cittadinanza
15. La memoria del potere
16. Sciogliere i nodi
17. Cavare quanto basta
18. Si fa presto a dire (e a fare) trasparenza
19. Tutelare i parchi, non i tutelati
20. La Lombardia, regione di tutti gli italiani, regione d’Europa
21. La prossima Sanità, la Sanità prossima
22. L’innovazione a favore della tradizione
23. Il cielo di Lombardia
24. Sotto la polvere
25. L’Idea Store e la Lombardia
26. Industria lombarda: orientamento e rigenerazione
27. Expo, prima e dopo
28. Dal passato al futuro, l’agricoltura
29. Acqua, la prima delle nostre risorse
30. Il paesaggio in via di estinzione
31. Diritto allo studio, universale e per tutti
32. Un reddito di autonomia contro la povertà
33. Una brutta fine e un nuovo inizio