Il ministro dell’Interno disinforma da mesi i suoi concittadini e quindi tutti noi con una sequenza di post propagandistici in cui riprende notizie imprecise, false, già smentite, in generale prive di fondamento. Un fatto inedito, di estrema gravità.

Ne abbiamo già parlato qui.

Ogni giorno ne arriva una, tanto che il suo profilo è un profilo fake, di se stesso e, cosa ancora più grave, della realtà. Il ministro che dovrebbe tutelare l’ordine pubblico provoca deliberatamente disordine. L’inversione perfetta. E lo fa per portare fango al proprio mulino, in un’eterna ruota della propaganda che non si ferma mai. Un populismo dall’alto, che nutre l’opinione pubblica di paura e di conflitti. Il Viminale è un ministero che inviterebbe – anche più di altri – alla responsabilità e alla correttezza. Qui siamo di fronte all’esatto contrario, a un comiziante dell’estrema destra che usa le nostre istituzioni per piegarle alla propria propaganda. Roba d’altri tempi.

Ho proposto al gruppo di Antivirus di creare un contatore delle fake di Salvini, che non può non chiamarsi il contaballe. Il titolo è ironico, la questione è molto seria, forse la più seria. Se volete partecipare, scrivete a [email protected]

  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

commenti