La banda dell’Ortica/2

Ad un certo punto, anche D’Alema sorride.

Negli ultimi 20 anni non c’è una riforma che non sia stata una legnata per i lavoratori. Meglio la conservazione del buono piuttosto che la distruzione predicata dai riformisti.

@#42

“allora i conti li hai fatti tu come li han fatti loro ( e poi che spocchia: Telese, Borromeo) fanno il loro lavoro, bene o male.”

Eh no, caro mio. Telese e la Borromeo NON FANNO IL LORO LAVORO. Da un giornalista mi aspetto la CAPACITA’ DI RISOLVERE UN PROBLEMA DA TERZA ELEMENTARE. Se non è capace: o è un incapace o è in malafede. In entrambi i casi le informazioni che dà non sono attendibili.

Io PRETENDO che per fare il giornalista uno dia le informazioni per quelle che sono, senza alterarle, altrimenti invece di comprarmi “il fatto”, mi compro “il giornale”.

QUESTI NON FANNO il proprio lavoro, così come non lo fanno il 90% dei giornalisti televisivi, sono un OFFESA a chi lavora otto ore al giorno, più due di viaggio e quando torna a casa e legge un quotidiano vuole LEGGERE NOTIZIE VERE.

E sai qual è la differenza tra i conti che ho fatto io e quelli che hanno fatto loro? CHE I MIEI SONO CORRETTI, i loro sono sbagliati!

Non c’è NESSUNA SPOCCHIA perchè se io al lavoro presento un dato sbagliato, MI FANNO UN CULO TRIPLO.

Forse per te sarà difficle capirlo dato che consideri l’autorevolezza come fonte di verità, invece della verità come fonte di autorevolezza.

Sei un esule pd? Evidentemente adesso voti per il pdl, perchè la tua incapacità di PRETENDERE che i giornalisti facciano il LORO LAVORO, che NON E’ FARE PROPAGANDA, MA DIRE LA VERITA’, è tipica di un elettore forzaitalidiota.

#37

sul tema cruciale del lavoro, ha detto tutto ichino: bersani vuole mettere il pd a servizio del sindacato più conservatore.

@Manlio

Senza fare polemica, le chiedo semplicemente mettiamo a confronto le 2 mozioni, punto per punto, e vediamo dove sui “temi cruciali”, il documento di Bersani è meno vago di quello di Marino. Allora che ne pensa? Sono a sua disposizione quando vuole.

Marco

almeno con marino rimane il dubbio che non riproporrà il comunismo e il consociativismo in salsa emiliana come strada per l’avvenire.

Mi ha colpito il commento del signore di Firenze che, pur apprezzando marino, ha deciso di scegliere Bersani.

Argomenta la sua decisione.

Concordo con lui che la mozione marino è troppo vaga su temi cruciali come quelli socio-economici e di politica estera. Ed anche su altri (giustizia, riforma della P.A. e della Costituzione, legge elettorale, ecc..).

Manlio

@37- allora i conti li hai fatti tu come li han fatti loro ( e poi che spocchia :Telese, Borromeo) fanno il loro lavoro, bene o male. Quelli votati da noi: NO. ti ho eletto per andare a votare in Parlamento non per farti i fatti tuoi. Ma che opposizione è? Per favore. E la avvalliamo pure? Siamo contenti di essere presi costantemente per il culo, non solo da B, ma anche da questi?

Contento tu. Sicuro che non li voto più. E come me ce ne sono tanti.

VEDI ANCHE QUI

http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/

PIù AUTOREVOLE DI BORREOMEO E TELESE?

Esule pd

bersani è un voto di conservazione, e nell’intervento all’ortica d’alema l’ha detto senza giri di parole.

conservazione di cosa? delle idee tradotte nel biennio 2006-2008, quelle che con bersani ministro ci hanno portato ad essere il terzo partito al nord.

se questo sarà il nostro segretario, non potremmo poi dire che non sapevamo.

@#34:

Bravi, bravi. Continuate a trattare con sufficienza Marino e Civati e i tanti iscritti ed elettori che stanno con loro. Continuate a far capire che il congresso è già finito, ha vinto Bersani e se dalle primarie esce un nome diverso non lo riconoscerete come segretario… Continuate ad allontanare i simpatizzanti e gli elettori, dicendo che il loro voto non vi interessa, che sapete già cosa è meglio fare.

Continuate così e alle primarie avremo un’affluenza bassissima, e questo sarà il primo risultato della segreteria Bersani. Poi, vedremo come andranno le regionali…

@#37: anche se quei voti non sarebbero serviti a cambiare il risultato alla camera, era doveroso andare ad esprimerli per chi critica lo scudo fiscale. Qui, a forza di “tanto si sa già chi vince, è inutile scomodarsi” finirete a proporre che votino solo i capigruppo, come ha detto Berlusconi!

@#38:

Le idee nuove già ci sono, e stanno nella mozione Marino. Si vede che non l’hai mai letta. Se io sono ingenuina, tu quantomeno sei ignorantino e parli a spropositino.

O forse le idee di Marino non le prendete neanche in considerazione, perchè puzzano…

Io ci spero nell’unità del partito dopo il 26, ma voi ce la mettete proprio tutta per deprimermi.

Silbi

le vecchie idee comuniste le abbiamo messe in un cassetto. Le vecchie idee socialdemocratiche devono far la stessa cosa.A quando toccherà alle vecchie idee democratiche (prchè son forse le più vecchie, anagraficamente)?

E le idee nuove nuove, quelle dovrebbero sostituire il tutto, da dove arriveranno’?

Vicino a dove vado in vacanza c’è la chiesa di Sant’Ingenuino (non a caso martire…). Fateci un giro e chiedete la grazia di mandarcele, le idee nuove e intonse.

Michele

Salve. E’ off-topic, ma vedo che molti qui sono interessati.

Il commento de “il fatto” sull’approvazione dello scudo fiscale è sbagliato!

Se fossero andati a votare 27 deputati del PD in più il risultato sarebbe stato: presenti 512, votanti 509, astenuti 3, maggioranza 255. Contro lo scudo 242, a favore 267. LA CAMERA APPROVA.

Il numero minimo di deputati in più necessari perchè il provvedimento non passasse sarebbe stato 52 (risultato: presenti 537, votanti 534, astenuti 3, maggioranza 268. Contro lo scudo 267, a favore 267. La Camera respinge).

Capisco che dobbiamo fare quadrato contro berlusconi, ma affidarsi ciecamente alle capacità matematiche di BEATRICE BORROMEO o di LUCA TELESE (ma sapete CHI sono?) mi sembra eccessivo! Imparate a pensare con la vostra testa, che le sottrazioni le avete imparate in seconda elementare!

@34

Semmai, Civati è come Diego, altro che Cassano. Fra lui è D’Alema c’è la stessa distanza siderale che c’è tra il calcio totale di Crujff e quello catenacciaro di Trapattoni (con tutto il rispetto possibile per il Trap e per Baffetto).

@Massimo

Visto che apprezzi anche Marino perché non dargli una possibilità? Bersani lo conosci. E’ stato al governo 3 volte. Persona degnissima, chi dice di no? Però stavolta abbiamo la possibilità di sperimentare qualcosa di davvero diverso, innovativo. E per l’economia non ti preoccupare:

il segretario di un grande Partito dovrebbe essere (anche se da noi non si fa mai) un collettore di intelligenze. Dovrebbe mettere insieme esperti che lo supportino nelle varie materie, non è necessario (ed è anzi impossibile) che ci lavori da solo. Se vince, Marino lo farà. Si sono pronunciati per lui eminenti esperti di varie aree, da Pietro Ichino a Stefano Rodotà.

E comunque,a proposito di economia, non ti sembra altrettanto importante risolvere il problemi strutturali della nostra sanità? il deficit pubblico (soprattutto al sud) è in gran parte conseguenza di politiche dissennate in questo settore (purtroppo in molti casi anche per repsonsabilità del Centro-Sinistra). Senza contare (anche i questi giorni), le tante vittime (donne, bambini) della malasanità… C’è tanto da fare e Marino è la persona giusta per darci quel rinnovamento di cui abbiamo bisogno nel PD, come nel paese.

Massimo, davvero, per votare D’Alema e Bersani, c’è sempre tempo :) Quella di Marino invece è un’occasione unica, non perdiamola.

Marco (senza L.)

Bravo, come sempre molto bravo, unico vero candidato ad avere la maglietta numero 10 sulle spalle, ma basta polemiche con e su D’Alema.

Certo che sorride, è una persona molto simpatica e divertente in privato anche se si porta dietro quell’immagine dell’intelligente e stronzo in pubblico.

Caro Civati, non fare come Cassano alla Roma che si è messo a sfidare Totti per essere lui il 10 subito, capisco che qui manca un Mister serio di cui fidarsi e che alcune scelte dello staff sembrano folli, ma trova un tuo modo di stare nei ranghi e fai gol quando ti mettono in campo come hai sempre fatto.

Non fare cazzate, non giochiamo contro il nostro Partito, critichiamo sempre in modo positivo e propositivo… tu lo sai fare meglio di tutti questo.

Hai tutto per sfondare, trova un minimo di pazienza e sopratutto iniziamo a prepare una PIATTAFORMA vera di rinnovamento e di contenuti con cui mostrare perché va cambiato gioco e serve pressing e corsa, tutte cose che i vecchi non sono più in grado di fare.

PER il PD, PER il Paese

Non contro D’Alema o l’attuale segretario che era pure convinto di vincere dimostrando che quel gruppo dirigente che lo ha sostenuto, oltre a saper fare poco politica, aveva anche scarsissime conoscenze del loro partito

masimo il programma economico di Bersani ricalca la filosofia dei governoi Prodi ( è stato scritto da visco lo riproponiamo agli italiani?) che non mi pare abbia entusiasmato il mondo del lavoro. Sono le vecchie idee social demoscratiche vecchio pallino di DìAlema che in europa non vuole più nessuno e noi faremo la stessa fine. Sul ricambio votando Bersani non l’avremo mai dato che è lo stesso d’alema a dirlo. Questo non è il tempo del rinnovamento ha detto a Milano. L’unica mozione dove dìci sono delle proposte concrete e non solo sui diritti è la 3. Ma come ha detto d’alema l’europa al contrario del mondo vira a destra nell’incertezza. La sinistra non fa eccezione nell’incertezza vota conservatore e quindi Bersani nel quale i più vedono il rifugio rassicurante del passato. Votiamo con le stesse modalità del resto d’italia semplicemente declinato a sinistra. E siccome in fin dei conti siamo conservatori eccoci serviti per i prossimi anni il duello Berlusconi D’Alema. Evviva forse è meglio andare a riposare e svegliasi fra qualche anno a vedee se è il tempo del rinnovamento. ( tanto questo film l’ho già visto ) marco l.

Caro Civati

è un po’ che ti “seguo” (sul blog, sui giornali).

Sono un attento osservatore della politica, neo-iscritto al PD, lontano dai cosiddetti “apparati”, mi sta antipatico D’Alema.

Eppure, dopo accurata riflessione, alle primarie ho votato per Bersani, per due motivi: (1) sostiene l’idea di un partito radicato che non sia un semplice comitato elettorale attorno ad un leader; (2) con lui ci sono i presupposti perché il PD rimetta a fuoco la propria identità politica e si presenti con una proposta organica al paese.

Apprezzo molto Ignazio Marino, ma mi sembra che la sua/vostra mozione sia piuttosto vaga e indefinita su una quantità di questioni che considero cruciali (per dirne una: l’economia); l’affermazione dei diritti e la richiesta di etica non mi bastano, mi sembrano ricette astratte su un insieme di tematiche importanti ma parziali.

Detto questo, spero comunque che Marino abbia una buona affermazione, anche perché ha “dietro” persone in gamba come te e può contribuire all’altra grande urgenza di questo partito: il rinnovamento del personale politico.

Saluti

Massimo (da Firenze)

A me sta roba qui non va propio giù.

http://www.asca.it/news-SCUDO_FISCALE__VELINA_ROSSA__SCANDALOSA_ASSENZA_DEPUTATI_OPPOSIZIONI-863089-ORA-.html

continuiamo a far finta di niente?

Nascondiamo la sporcizia sotto il tappeto?

Siamo come loro?

La parte sana dovrebbe alzarsi e fare le domande a gran voce: DOVE ERAVATE? COSA AVEVATE DI COSI IMPORTANTE DA FARE? TORCICOLLI, STRAPPI MUSCOLARI?

A casa, devobno andare. Tutti!

Porca miseria ma non vi viene un fottone inarrestabile, un travaso di bile. Anche un semplice disgusto va bene. Son o imbarazzanti e idnifendibili.

Esule del PD

Voglio complimentarmi con l’ascoltatore di RADIO 24- programma la zanzara di G Cruciani.- sera del merc 30/09. verso ore 20,30.

QUA il link

http://www.radio24.ilsole24ore.com/main.php?dirprog=La_Zanzara

… ho una “mezza certezza” che passi da queste parti…. ;-))))

AH il motivo ? ascoltatelo, verso meta’ , ma basta dirvi che partito per Bers, ha votato M.

e ha concluso con un “MA se il segr lo votiamo il 25/10… che ci facciamo qua ?”

[se lo conoscessi, gli chiederei 1 impegno al circolo almeno 1 volta a sett. … peccato non son di MI]

PS2 – odiosetto alquanto il Cruciani, e faziosetto, ma almeno non volgare.

booksworm

-Sottomarina civatiana?

-presente!

Grazie Pippo! Anch’io all’Ortica c’ero, come tantissimi di noi, perchè ci hai rappresentato tu e il viaggio è appena iniziato!!!!!!!!!!!

selma

Succede anche questo.

Ciò che è notevole nel risultato delle votazioni nei Circoli P.D. di Massa-Carrara è non tanto o non soltanto la vittoria di Franceschini, ma i valori delle cifre assolute sulla partecipazione al voto.

A Massa-Carrara si sono recati a votare 5.480 iscritti, pari al 70,4% del totale.

La mozione di Dario Franceschini ha registrato una affermazione nettissima con 3.707 voti pari al 67,6%, la mozione Bersani ha raccolto 1.665 voti pari al 30,4% e la mozione Marino 108 voti pari al 2%.

Osserviamo ora i dati della Regione Piemonte.

La platea congressuale è composta da 22.514 iscritti, solo un po’ più del doppio degli iscritti di Massa-Carrara.

I votanti sono stati 13.400, pari al 59,52%. Hanno ottenuto voti: Bersani 7.637 (57,43%), Franceschini 3.562 (26,79%), Marino 2.099 (15,78%), più 102 voti tra bianche e nulle.

La conclusione è stupefacente: Massa-Carrara, una provincia di 200.000 abitanti, da sola, per Franceschini vale ben più dell’intero Piemonte.

Ancora sulle particolarità del voto di Massa-Carrara. Il 21,4% dei voti ottenuti da Franceschini in tutta la Toscana proviene da Massa-Carrara! Infatti, in Toscana, il segretario ottiene 17.303 voti pari al 42,39%, di cui 3.707 sono voti apuani.

Seguo il tuo blog dalla primavera scorsa, guardo i tuoi video, ho appena letto “nostalgia del futuro”, insomma ti sto “studiando” da un po’ e mi convinco sempre di più che è di un segretario come te che abbiamo bisogno

Signori! Frenate gli entusiasmi. Pensate davvero che il buon Marino e il “nostro” siano in grado di vincere la mucillaggine dei bersani, dei franceschini, dei baffini e baffetti conosciativi e collusi, che non si presentano in aula a votare – come sia – contro lo scudo fiscale. Dai… basta. Non possono e non devono più parlare. Ce li teniamo per sempre e con questi, come diceva qualcuno 10 anni fa “non vinceremo mai”.

Tra le latre cose ho visto anche qualcuno mettere in dubbio ci’ che scrivono Robecchi e la Borromeo. Controllate e fate le somme. Poi ne riparliamo. Vanno bene le vergone di B., ma anche queste sono schifose. E, per ciò che mi riguarda, imperdonabili.

Delusa ex voto, senza patria

E in piena bufera interna sulla gestione delle primarie e del congresso arrivano i risultati di oltre seimila circoli del Pd con l’85% degli iscritti. Numeri che danno ancora ragione a Pierluigi Bersani che ottiene il 56,49% dei voti, mentre a Dario Franceschini sono andati il 35,85% dei consensi e a Ignazio Marino il 7,66%. Posizioni confermate, con il risultato, per Marino, di aver superato il quorum del 5% necessario per partecipare alle primarie.

Lo annuncia la Commissione nazionale per le elezioni primarie del 25 ottobre. Al voto ha partecipato il 56,99% degli iscritti aventi diritto.

Sento che la percentuale di voti per marino tra gli iscritti supererà, ma non di molto la soglia del 5%.

Se così fosse, mi pare difficile immaginare che tra gli elettori del PD si rovesci il risultato.

Al massimo – e mi sa che per marino sarebbe già un risultato importante – supererà Franceschini, ma non è affatto detto.

la segreteria andrà invece all’ex-PCI Bersani.

Evviva il rinnovamento!

M.

richiesta di consulenza: qualcuno mi dice cosa devo scaricare per vedere questi video che mi appaiono come quadri bianchi?

grazie :-)

Perchè non ti candidi tu??? Ottimo intervento, finalmente uno che parla come si deve e dice quello che pensiamo

Soraya

ho trovato bellissimo la liquidazione sul tema nuovismo fatto con gli 800 incontri pubblici con la serracchiani, praticamente una coppia di fatto … ahahah fantastico

al.

marino deve adare da vespa perchè nessuno lo conosce. Chi non frequenta il mondo della rete di Marino non sa niente. Spiace dirlo ma alle primarie andrà se andrà un elettorato over 50. Nei circoli la media di chi è iscritto è over 50 da quì il successo di Bersani. La platea dei giovani che segue un po internet della politica se ne frega. E’ la realtà e con questa bisogna fare i conti. Se si vuole avere qualche possibilità di ribaltare il risultto. marco l.

Ottimo intervento.

Sai qual è stata la differenza più grande tra il tuo intervento e quelli degli altri? che tu hai parlato di politiche, gli altri di ingegneria politica.

Questo è molto apprezzato anche nei congressi a cui ho partecipato.

Continuamo così

;)

Civati, ti imploro, convinci Marino a non andare da Vespa! Sì sì, no no.

Va bene tutto, ma Vespa no, porca miseria!!!

G.

ottimo intervento, complimenti. bisogna continuare a insistere sul tema della credibilità di questa classe dirigente. al di là delle cose dette dalla mozione bersani/franceschini, tutte più o meno condivisibili, il vero problema è che quei dirigenti non sono più credibili quando parlano di quei medesimi argomenti. d’alema non puù parlare di conflitto di interessi, dopo la sua esperienza di governo, e franceschini non può parlare, sperando di essere verosimilmente creduto, di meritocrazia, avendo sostenuto la candidatura della madia nel lazio. e così di seguito. abbiamo bisogno di dirigenti che con i propri comportamenti siano portatori sani delle stesse idee di cui parlano. per questo bisogna sostenere marino, e per questo qui a bologna città siamo sempre sopra il 15%. saluti, e buon lavaro

Pietro T

ah! Lo sai che anch’io trovo diverse difficoltà a spiegare con parole semplici il progetto Ichino ai miei coetanei precari ( e piu’ sfortunati di me)??

Dopo mezz’ora di spiegazione e una decina di domande apprezzano l’idea,soprattutto il fatto che finalmente rientrano nello statuto dei lavoratori a pieno diritto…ma che fatica ogni volta.

Inventiamoci un motto, una frase , un video….qualcosa!!!! e prima dei confronti a tre!!

Grande!

ottimo intervento!!

e non mi sorprende che hai preso tanti voti ( per marino ).

Bene così anche Baffino sarà rimasto impressionato. Ci mancava solo qualche ‘di-ciamo’!! ;))

grande

ma è vera sta cosa che scrive robecchi? pippo, dinne qualcosa.

complimenti per l’altra sera, comunque.

Attaccare il comportamento dei deputati è sconveniente? Non si potrebbe dire come la pensate? cioè che il comportamento dei parlamentari deve essere su internet con presenze votazioni e presenza commissioni etc. Noi vorremmo un partito trasparente in cui il singolo parlamentare è responsabile dei comportamenti che assume e ne risponde all’elettore? E’ chiedere troppo? Mi sembra che la mozione abbia questa posizione quindi perchè non dirla senza farne un caso personale con gli alri candidati segretari che erano bellamente assenti? Perchè la figura è veramente misera e ci si va di mezzo tutti. Io darei battaglia tu cosa dici? marco l.

bene ha fatto il pd a far passare lo scudo fiscale!

è un’ottima idea e solo chi vive di stipendio fisso e pensa che i soldi gli arrivino il 27 del mese per volere divino può non capire.