L’inutilità totale

Se davvero le larghe intese non dovessero produrre una nuova legge elettorale capace di restituire ai cittadini il (pieno) diritto di voto e la scelta dei parlamentari, si dimostrerebbe definitivamente la loro inutilità.

Nessuno sembra volerlo notare, ma il governo frutto di un accordo innaturale (per non dire abnorme) tra la destra cialtrona e la sinistra incerta avrebbe dovuto fare come prima e forse unica decisiva cosa la nuova legge elettorale.

In aula abbiamo colpevolmente bocciato la mozione Giachetti, da due anni Quagliariello e Violante si cimentano su bozze più o meno complesse (dall’ungherese allo spagnolo rivisto fino al Violantum), per non parlare del fatto che le precedenti larghe intese con Monti e gli stessi protagonisti delle intese di oggi hanno già fallito: questo è lo schema in cui ci muoviamo.

Tornare al Mattarellum, in questo disastro, sarebbe la cosa più semplice. E più seria. E necessaria, a proposito di necessità.

Commenta oppure fai il trackback: Indirizzo trackback .
dario scrive:

Buongiorno,io credo che appoggerò Civati,primo perché mi ispira fiducia,secondo perché è giovane, e credo che davvero abbia voglia di cambiare questo sistema, anzi, io noi dobbiamo cambiarlo,ormai siamo sull'orlo di precipizio, che anche un soffio potrebbe farci cadere senza possibilità alcuna di poterlo risalire facilmente.Mi sono scocciato di vivere nel dissenso e nella falsità di una politica corrotta e dedita solo ai suoi sporchi interessi,dove solo chi ha la poltrona debba stare bene, questo è il momento di cambiare, prima che il disastro irreversibile ci colpisca in pieno.

La domanda che spesso mi pongo, è: "ma è mai possibile che i giovani non abbiano quella dignità di voler ricostruire questo paese?" , molte volte mi rispondo anche solo, guardando i ragazzi che sono solo interessati al look ,ai telefoni, grazie ai soldi di mamma e papà…..Ou ragazzi, prima o poi i soldi o finiscono o i genitori non ci saranno più, SVEGLIATEVI….è il nostro momento per garantirci il futuro, prima che la miseria si garantisca un posto nelle nostre vite….buona giornata a tutti io sto con Civati e credo che il mio amico Alessandro Denitto di Mesagne ne sia contento

sinapsi81 scrive:

Con il Mattarellum senza correnzioni importanti e questo quadro politico a 3-4 poli il prossimo segretario del PD si ritaglia il ruolo di vice-Alfano.

Sapevatelo.

Poi non ricominciamo con la piangiana da perdenti di successo quando ci sarà fa rifare l'ennesima riedizione horror delle assurde intese.

marco scrive:

nessuno piange, ci siamo solo rotti i coglioni, e ti giuro che qua fuori ci sarebbe tanto da piangere

angela scrive:

La penso come te. Il mattarellum non risolverà il problema, quindi non cambierà nulla anzi andrà sempre peggio. Civati e Renzi ripensateci!

angela scrive:

era per Sina.

sinapsi81 scrive:

E' un trappolone gigantesco.

Vogliono far passare il Mattarellum per farlo fallire e rimettere su il pentapartito sotto altro marchio.

 

angela scrive:

Molto dipenderà dal pd e dai suoi candidati alla segretetaria, l'operazione da te ipotizzata sarebbe un suicidio.

sinapsi81 scrive:

Gli stanno preparando la festa.

Sono molto raffinati.

Mettono in mezzo quelli nuovi del PD sul Mattarellum poi contando poi che questi verrebbero screditati se costretti a fare i vice di Alfano….

La sinistra sarebbe annientata per decenni….questo scenario oltre che pessimo e' anche probabile che si verifichi.

Non bisogna rischiare.

Come non bisognava rischiare su Prodi.

FrancyP scrive:

dipende da chi sarà il segretario, concordo con Angela@

FaustoB scrive:

OK Sina. No al mattarellum, si al doppio turno di collegio.

Adesso vai in parlamento e trova i voti, al senato in particolare. Serve la metà più uno di voti a favore.

Steppenwolf scrive:

–Bene bene–

 

http://youtu.be/M_XvlCF5-UE

 

 

 

I ragazzi dell'Orto Botanico scrive:

..non e' certo attendendo nella piazza deserta che s'incontra qualcuno…

http://www.youtube.com/watch?v=4-ULMZ4tHSE

Steppenwolf scrive:

.. è peggio stare al centro della piazza e non vedere nessuno perché si hanno gli occhi chiusi__

dipende da noi..

http://vimeo.com/19287329

Sundance scrive:

@Anna, 

mi dispiace ma la vedo cosí. Se intendi che non sono dialogante con il pd, ti do ragione. Nel tuo ragionamento, fra un 15 o un 20% c'è una bella differenza, cosi come il fatto che il pd debba prendere questi voti per sempre e per forza, mi sembra una forzatura. Bisognerebbe vedere, con un'alternativa credibile e percentuali di votanti più in linea con i dati storici, quanto varrebbe in realtà il 15/20% di cui parli. 

Comunque, un punto non mi è chiaro o forse non mi sono espresso io correttamente nel post precedente. Io non difendo a prescindere le posizioni del m5s, o almeno non mi sembra. Sarebbe lungo riassumere tutto quello che ho detto in mesi, ma solo rileggendo i miei post in questa TL mi sembra di essere abbastanza critico con il movimento. Il mio non è un no alla riforma elettorale. Personalmente il doppio turno mi potrebbe anche piacere, ma come ho scritto presuppone di cambiare la costituzione per istituire il premierato, e questa riforma la farebbero il pd e pdl, perchè il m5s si dovrebbe intromettere ? inoltre, ho definito "fumosa" la proposta del movimento, ma anche coerente a quanto detto da febbraio ad oggi. 

Quando parli di alternativa concreta, di quale alternativa stai parlando ? 

Di civati e barca ? mi stanno benissimo come alternativa. Ma sono un'alternativa concreta ? 

 

Anna scrive:

Ti rispondo per punti.

1) Io non rimprovero di non essere dialoganti con il PD, quello che rimprovero è che non si cerca mai di valutare eventuali punti di incontro per  poter ottenere magari  un minimo di risultato. Mi rifiuto di credere che è meglio niente al posto di qualcosa.

3) Non ricordo in quale contesto ho parlato dell’alternativa a cui ti riferisci, ma di sicuro non mi riferisco a persone ma ad un modo di fare politica e governare un paese. Certo la visione di Civati coincide abbastanza con la mia, ma a condizione che non sia l’uomo della provvidenza (e sappiamo che non lo vuole essere), ma che riesca a coinvolgere gruppi di persone consapevoli che abbiano in animo la bella ed onesta politica.

2)  Probabilmente è come dici tu, una forzatura, il fatto che il PD ed anche il PDL possano prendere sempre il loro 15-20%. Ma le mie supposizioni non sono campate in aria, si basano su dati di fatto. Prova a ripercorrere i disastri che ha fatto Berlusconi ed ancora sta li con il suo 25/30%. Senza parlare della sua condanna, dei processi che sono ancora in corso, e di tutti gli intrallazzi di tanti politici del PDL. La stessa cosa per il PD: nonostante anche i politici del PD abbiano avuto, seppure non ai livelli del PDL, condanne inchieste ecc. e nonostante il governo con Monti (che gli ha fatto praticamente perdere le elezioni) ed ora il governo delle larghe intese, sta sempre con al 25/30%.

3) Non volevo dire che difendi in generale a prescindere il M5S, ma in questo caso (tra l’altro su un punto che ritengo fondamentale come la legge elettorale) ed argomentando con evidenti contraddizioni.

4) Vero che il PDL quando ha governato ha fatto disastri, ma ora secondo te questo governo sotto ricatto continuo (e prima ancora il governo Monti), con visioni diverse delle forze politiche che lo compongono sta facendo meglio?

5) Ti sbagli, il doppio turno di coalizione in questa fase non comporta in nessun modo l’istituzione del premierato e, quindi, non comporta la modifica della costituzione per il semplice fatto che sarebbe una legge INCOSTITUZIONALE se prima non si cambia la costituzione.

Detto tutto questo, ora ti faccio delle domande alle quali mi piacerebbe che tu rispondessi.

Se si torna a votare è una forzatura la mia prevedere che ci troveremo di sicuro allo  stesso punto di oggi?

Considerato che ci sono tre forze politiche che quasi si equivalgono e che almeno una di queste non è intenzionata a governare con altre, mentre le altre due si mettono insieme ma è una guerra continua, si dovrà o no trovare una soluzione?

Ma soprattutto quale è la tua soluzione?

Ti sembra una alternativa realistica quella di Grillo che dice torniamo a votare  con il porcellum perché vinciamo e poi la cambiamo noi la legge elettorale?

Sarei d’accordo se la previsione di Grillo fosse realistica ma allo stato attuale non lo è. Quindi che vogliamo fare?

Sundance scrive:

anna, premessa, parlo sempre a titolo personale, non attribuiamo quello che dico al m5s e viceversa.

1) è una strada a doppio senso. Ho scritto che ad oggi tutte le proposte m5s sono state bocciate dal PD. Per quale motivo il m5s dovrebbe "aiutare" il pd, per di più su una legge che, da febbraio, dice di non gradire ?

2) continuo a pensare che fra astenuti e m5s un'alternativa ci sarebbe. Comunque il pdl rappresenta la sola destra disponibile in italia. Il pd dovrebbe rappresentare la sinistra, ma il suo continuo slittamento al centro lo rende, a mio parere "scalabile"

3) non capisco le contraddizioni. Penso che la risposta sia al punto 1) 

4) no, e per colpa del pd. Ha numeri maggiori, ma per paura (o convenienza) si fa dettare la linea dal pdl. Il pdl ha paura di nuove elezioni come il pd, ma il pd non ha mai sfruttato la situazione per proporre leggi del suo programma, forzando il pdl. Perchè ?

5) mi sembrava logica conseguenza

6) non ho la sfera di cristallo, ma esattamente penso di no. Il m5s o sale o cala. Se cala, vedo più voti al pd che al pdl (e non so se scrivere purtroppo)

7) come scritto sopra, penso che avremmo un solo partito (alleanza) al governo, non so quale fra pd e pdl.

 

emiliano scrive:

Sono in pieno delirio da psicofarmaci.Letta……Letta….Letta….humm…ha si il frequentatore abituale del Bilderberg.Non vi sembra un enorme conflitto di interessi che gente come Letta Monti,Fornero,ecc… frquenti quei circoli esclusivi che si riuniscono a porte chiuse e poi governino il paese? mica solo Berlusconi ha il conflitto di interessi non vi pare?.Poi Renzi e il rinnovamento del partito, mavoi siete veraente sicuri che se vincesse Renzi rinnoverebbe il partito a me risulta che molti della vecchia guardia ( perlomeno a livello locale ) si sono affrettati a salire sul carro del favorito ed anche queste folgorazioni sulla via di Damasco di gente come De Benedetti la dice lunga sul fatto che in caso di vittoria di Renzii il partito verrebbe veramente rinnovato.Una parola su Bersani ha fatto tutta una serie di errori strategico politici praticamente non ne' ha beccata una ma gli unici circoli esclusivi che ha frequentato sono i circolini ARCI mentre il rottamatore della Leopolda come ho avuto modo di linkare in precedenza frequenta gia' dei circoli di finanzieri e speculatori internazionali angloamericani che a quanto pare lo stanno lgenerosamente  finanziando. Meditate gente meditate

un elettore scrive:

noi meditiamo, il problema è che cosa medita la direzione del Pd? o meglio, cosa meditano le varie "correnti" del pd? sul corsera un lettore si domandava: "ma quandi spiegheranno (tutti ndr) cosa è il fiscal compact?"ecco, appunto, quando il pd affronterà il problema del fiscal compact? a breve, nel 2014, nel 2015, alle primarie, o quando? io nn sono nessuno, ma vedo che alcuni temi sono davvero tabu', in modo particolare entro il pd, mentre il pdl il problema eurozona lo ha affrontato 1 volta sola ma i risultati sono stati disastrosi x il pdl (cfr defenestrazione di Berlusconi)…poi i "fascisti" del Fn sfondano a sx….logico, quandoi invece si sposa in modo acritico il + europa.

Caro Emiliano, continua cosi', scrivi, divulga, al fine di far comprendere che il neoliberismo NON è il dogma, e che se la sx continua su qs strada allora il redde rationem sar davvero duro per gli attori che ci hanno condotto in qs sfacelo

emiliano scrive:

Io confido che la catastrofe economica che sta' colpendo il paese fara' aprire gli occhi a tanti che sino ad ora hanno "dormito" e spero che anche nel PD si inizi una riflessione seria ed un ripensamento sull'Europa sull'Euro e tutti i vari fiscal compact,pareggi di bilancio ecc..altrimenti prevedo che verra' travolto dalla storia in Europa sta' nascendo un onda antieuropeista che travolgera' tutto e tutti la Le Pen nei sondaggi vola Niegel Farage e' al 25% e nel referendum sulla permanenza dell'Inghilterra nell'Europa i sondaggi dicono che vincera' chi vuole uscire, nel resto d'Europa ancora un'annetto direcessione,deflazione,disoccupazione crescente e poi con buona pace di  Scalfari e Letta se ne accorgeranno come il populismo diventera' dilagante purtroppo pero' prevedo anche violente repressioni da parte dei governi forse in questo blog molti non lo sanno ma i criminali della commissione Europea  hanno preparato un corpo di polizia apposito per manganellare chi osi protestare contro questa Europa l'Eurogendfor dotata di poteri di immunita' internazionale ovvero possono manganellare in qualsiasi paese Europeo ma non possono essere processati in nessun paese Europeo  tutto questo in nome del bene superiore dell'Euro.Io divulgo ma molti fanno fatica a prendere coscienza del problema la dissonanza cognitiva e' difficile da superare.

Antonio"Boka" scrive:

Due precisazioni prima di tutto:

1. Sundance, il cinghiale mi e; stato promesso per cui qualsiasi cosa io stia per dire non sono ammesse ritrattazioni o scuse;

2. Prima di cominciare a scrivere mi sono autospernacchiato per 10 minuti per cui mi autoassolvo dall'inevitabile paternalismo/predicozzo in cui finiro' per autoinvischiarmi.

Fondamentalmente non capisco cosa ci impedisce di essere onesti su questo blog considerato che non siamo parlamentari o legati per sopravvivenza a qualsiasi carrozzone di partito. Tutta la discussione su M5S e l'astensione sul doppio turno e' priva di senso. Per molteplici ragioni: hanno la loro proposta, differisce dalle altre, non ci sono stati tentativi di sedersi al tavolo con loro per discutere e…soprattutto sono M5S. In quante altre lingue devono ribadire il loro progetto politico. Sono coerenti, che poi il loro progetto non ci piaccia e' un altro discorso. Personalmente ho ampiamente chiarito cosa penso del movimento, ne sono convinto, non sento il bisogno di ribadirlo e tantomeno vado alla ricerca di occasioni per dimostrare che ho ragione.

Infatti, non ho ragione, la mia e' una critica politica che si basa su ragioni generali che non sono necessariamente giuste, migliori o quant'altro. Sono l'espressione di un' idea della politica e della societa' che e' lontana anni luce dai 5s, Comunque, quando parlo della democrazia non lo faccio ad uso personale (vale per me e non per gli altri). Quello che non condivido di Sundance e' l'insistere sugli aggettivi che in teoria egli ritiene nel blog si usino per contraddistinguere i 5s. Non vedo abusi di sciacalli o altro nei loro confronti ed insistere in questo modo e' una specie di retorica per sottolineare che non li si valuta per quel che sono: un movimento di protesta messo insieme all rinfusa che dovrebbe avere un compito ben specifico e limitato nel tempo. Su questo ho qualche dubbio specie dopo l'ultimo post di grillo sul populismo e l'Europe. Ma ben venga, non mi hanno sotterrato i Democristiani (quelli veri) non ci riusciranno i 5s.

Mi accorgo di aver ampiamente superato il numero di righe per restare nella decenza, ribadisco solo quello che mi sta a cuore: approfittiamo di questo spazio per ragionare, convincerci, disilluderci, illuderci ancora una volta ma con onesta' intellettuale. E in tutta onesta' ribadisco quel che penso di Civati: e' un leader "debole" ma che ha avuto la forza di mettere insieme delle persone. La sua forza vera potremo misurarla se questa battaglia per la segreteria rappresentera' solo una delle tante per restituire dignita' alla politica ed attraverso essa dignita' a tutti noi.

Buona Serata a tutti.

cappuccetto rosso scrive:

non mi interessano un cazzo i muscoli del capitano (ancora meno delle palle).

Non è più tempo di leaders, sono fallimentari, voglio un Progetto e Civati è l'unico in questo momento in Italia a ragionare in questi termini…

Superate i partiti, non solo i leaders e saremo tutti un po' più liberi.

Sundance scrive:

rivendico il copyright per "idee e persone", che devo sempre rifarmi dei mufloni persi con pingon e gius76

pingon scrive:

Ohhh applausi per Antonio.

Sulla legge elettorale devono trovare un accordo con il nano. E' l'unica. Solo che il pdl ha posto delle condizioni: prima la modifica della forma di governo e poi la legge elettorale. Insomma, un casino.

Avessero ascoltato il buon Nichi, glielo diceva di votare Rodotà…

di fatto siamo bloccati.

cappuccetto rosso scrive:

solestelle hai rotto il cazzo co'sti papelli anti checazzosaisolotu!

ME NE FREGO DEL M5S E DEL PD!!

Li stiamo superando.

michele scrive:

in curva?

cappuccetto rosso scrive:

..nel bosco non ci sono curve__coglione!

devi guardarti allo specchio per trovarne una.

marco scrive:

viva cappuccetto rosso, non ha paura nel del lupo cattivo e nemmeno della nonna

Sundance scrive:

confermo l'invito e lo rafforzo con l'amarone.

confermo anche che gli aggettivi sono stati tutti estrapolati da post letti in giornata. 

Confermo anche che mi ritrovo nella definizione del movimento: un movimento di protesta messo insieme all rinfusa che dovrebbe avere un compito ben specifico e limitato nel tempo.

Non alla lettera ma penso di aver dato la stessa definizione a più riprese.

p.s. lo spacciatore mi ha già dato conferma che posso avere quanti chili di cinghiale desidero, quindi basta decidersi.

Antonio"Boka" scrive:

Solo un'ultima cosa e porto una bottiglia di Poteen (180 proof):

Dalla risposta che hai dato a Marino (il problema e' che se Civati perde voterai comunque PD) nasce una difficolta' (mia ovviamente non oggettiva).

Qual'e la differenza tra votare M5S "nonostante" Grillo e Casaleggio e tra votare Civati "nonostante" il PD?

Ambedue le posizioni si fondano sulla forza di un progetto basato sulle persone che si sono coagulate attorno ad esso. non sarai mica invidioso del fatto che noi abbiamo un "cavaliere" (Galahad non Lancillotto, quello che si sedette sul "seggio pericoloso") e voi solo scudieri?

Sundance scrive:

ho già scritto che fra il rischio di un partito che per "normalizzarsi" deve estromettere 2 persone dalla sala dei bottoni ed uno in cui non si sa neppure quanti sono quelli da mettere in panchina, la scelta è semplice.

i nostri non sono cavalieri, sono come il che, una volta terminata la rivoluzione e visto che non possono ottenere tutto quello che chiedono, se ne vanno in esilio, in cerca di nuove rivoluzioni

si scherza, ma sarebbe un finale su cui farei la firma

Sundance scrive:

E se trovo la vinaccia faccio anche la grappa

accidenti alla tecnologia, ora svinano a metà ottobre invece che a novembre

La Scimmietta che batte i tasti sulla testa di renzi mentre chatta scrive:

¡²¤¤²€¤³¼¼€½€¾‘¾‘’‘¥¥’¼€¾¤€¼²€€¤¡³²³¡€¼€¼½½€€¾tertqfeaerfagthyuyoopiyuywrrerfFHJHYJUMMKUIOOPLLMBSRFVARTGDRTUTYJJSHSTYILI,KUFYJHFTBCOOL!

Sundance scrive:

@marino

non devi rischiare niente, sta già governando berlusconi con finocchiaro, fassina e speranza. Basta tu smetta di lamentarti e rompere con sta storia del cambiamento e le colpe di questo e quello. Ti piace quello che c'è, giudizio legittimo.

Marino scrive:

Quello che c'è NON mi piace (sennò non votavo Civati), Berlusconi di nuovo al potere dopo una débacle del PD non è quello che sta cercando adesso tutti gli espedienti per tirare a campare, e ho citato apposta esponenti del PD che mi stanno simpatici quanto un'orchite quando hai il mal di denti per dire che comunque preferirei evitare un "profondo rinnovamento" del PD che passasse attraverso una sconfitta clamorosa perché i rischi per il paese sono troppo alti. Avendo una formazione di storico, mi ricordo sempre i feroci antigiolittiani di inizio '900, tanti Travagli ante litteram. Poi, finirono per sponsorizzare l'intervento italiano nella prima guerra mondiale, e relative conseguenze nei successivi vent'anni.

PS: in Italia ci vorrebbe il feroce dittatore Pino Chet… (sì, capisco che possa essere stato il correttore automatico, ma insomma…i chip, le sirene, lo spelling dei nomi…)

 

Sundance scrive:

il problema non è il tuo voto a civati, ma al pd se civati non vince. 

perchè è inutile girarci intorno, sarà un voto al pd

Marino scrive:

Se voto PD anche se Civati rimane in minoranza, e lo fanno in tanti, prendiamo la maledetta maggioranza, ricuciamo con SEL e gli elettori delusi facendo qualche buona riforma (ma basterebbe un pò di buona amministrazione); se mi astengo contribuisco a far vincere alternative che reputo catastrofiche. In ogni caso mi salvo l'anima.

Sundance scrive:

veramente "perseverare diabolicum"

se ti va bene salvi la poltrona, l'anima è da mò che te la sei giocata

heiner scrive:

caro marino, sottolineo tutto, però, una piccolezza: pino chet. ecco, non so, ma in fondo non mi va di colpire il m5s nelle loro "ingenuità", nelle loro lacune intellettuali, vistose in alcuni casi. ecco, addirittura queste posizioni di debolezza possono risultarmi 'simpatiche'. preferisco concentrare la critica sui loro punti di 'forza' (di battista o altri).

ma si fa per scrivere. non è importante

Marino scrive:

"ingenuità"? li pago con le mie tasse e tra Pino Chet, gli F35 che sono elicotteri e i tunnel dei neutrini mi sono rotto dei cialtroni. 

Anche queste minuzie sono importanti. Tanti anni fa un censore fascista accusò la casa editrice Einaudi (nel caso c'era di mezzo Leone Ginzburg, non so se mi spiego) di "giudaica pignoleria" nella traslitterazione dei nomi russi. Ecco, appunto: rivendico la "giudaica pignoleria" amche se gentile, proprio perché lo stravaccamento culturale genera mostri, a partire da quel censore e scendendo giù.

Sundance scrive:

chiamasi "sindrome della maestrina con la penna rossa"

 

savepan scrive:

Gentile heiner, se è vero che non c'erano alternative, allora il PD aveva il vantaggio di poter fare una politica più aggressiva, con proposte mirate a vantaggiodel paese.

Anche con Monti non c'erano alternative e guarda dove siamo finiti e propio questa avrebbe dovuto essere la sua forza.

A mio parere il punto è che il PD non ha una linea politica, cioè non sa cosa fare e la linea la detta il PdL (in peggio).

Franco Tremul scrive:

Il refrain della legge elettorale va avanti da 20 anni. Capisco che sia una cosa importante, ma ci sono cose più importanti nella vita della gente comune. Come tirare a campare, per esempio. In Andalucia la coalizione progressista di governo sta pensando a misure come queste:

http://ccaa.elpais.com/ccaa/2013/11/13/andalucia/1384341522_006022.html

Perchè sono cose come queste che influiscono veramente sulla vita dei cittadini, altro che legge elettorale…

Marino scrive:

e per trovare i soldi? 

Franco Tremul scrive:

Legalizzare la prostituzione, la vendita delle sostanze stupefacenti e razionalizzare le spese militari porterebbe nelle casse dello Sato qualche euretto…

Se poi volessimo allargarci e rivedere le politiche ultraliberiste della BCE che potrebbe benissimo stampare qualche banconota in più da destinare ai pensionali sociali ed agli indigenti e così facendo darebbe un po' di respiro ai meno abbienti e farebbe entrare in circolo liquido reale e non virtuale come quello dato alle banche…

Mario F scrive:

Una legge elettorale deve rispondere alle esigenze del Paese :

1) Chi vince e governa deve essere stato votato dalla maggioranza dei cittadini

2) Il giorno dopo il voto si deve sapere chi ha vinto

Affinchè sia votato dalla maggioranza dei votanti ( avendo tre forze politiche sopra il 20%) si deve andare al doppio turno di coalizione, senza la coalizione andrebbe a governare una forza che non ha più del 30%( come vorrebbe il M5S)

emiliano scrive:

@ Elisa. Le pillole non hanno ancora fatto effetto e ti rispondo.De Benedetti e tutta la borghesia illuminata come piaceva chiamare a D'Alema i vari De Benedetti,Colaninno,ecc..credi che abbiano appoggiato il PD per ideali? leggiti la storia delle privatizzazioni si sono seduti tutti alla tavola della spartizione della torta che hanno preso a prezzi stracciati,inoltre guardati i nomi che da trentanni circolano negli ambienti dell'alta finanza Monti,Draghi,Ciampi,Amato  ecc.. li trovi da tutte le parti banche, banca d'Italia, BCE, governo,presidenza della repubblica ecc.. i nostri politici si sono fidati di questi tecnici  che hanno fatto di tutto per favorire la speculazione finanziaria e la borghesia predatrice  a discapito dei popoli.Quelli come De Benedetti nel partito non ci stanno per filantropia ma per fare i suoi interessi e Renzi è l'uomo scelto da quei poteri per continuare a curare i loro interessi dai retta a me la sinistra di quella borghesia illuminata farebbe meglio a farne a meno.

http://www.disinformazione.it/telecom_e_le_storie.htm

Elisa scrive:

emiliano@

pensare di poter escludere il mondo economico dalla politica è pura utopia.
Sono attività che si incrociano inevitabilmente, gli investimenti privati sono parte di questa società anzi sono necessari per la crescita di un paese.

Elisa scrive:

emiliano@
le banche sono sporche, il denaro è sporco, riciclato e ripulito. Sporca la società, la morale, l'educazione, gli ideali ma la borghesia fa parte di questa società, come pensi di escluderla: con l'esproprio proletario?
 

sinapsi81 scrive:

Dai che Gianroberto sta alzando il reddito di cittadinanza da 600 a 1000 euro!

Sundance scrive:

cerca di bilanciare con l'altro pazzo che vuole azzerare lo stato sociale

sinapsi81 scrive:

Non c'è nulla da bilanciare.

A me sta bene abbassare drasticamente la pressione fiscale come lamentano tutti, da Wall Street alla Fiom. 

Ma bisogna tagliare drasticamente la spesa pubblica corrente.

Non c'è altra soluzione reale.

Del resto l'evasione fiscale è uno stile di vita e francamente non ho voglia di impiegare il mio tempo a cambiare gli italiani.

Basta tagliare la cassa comune e si risolve.

emiliano scrive:

Io non voglio escludere la borghesia dalla società vorrei solo che i politici ed i governi facessero gli intertessi di tutto il popolo e della nazione nel suo insieme e non solo di alcuni gruppi di potere se hai letto il link che ho messo ti sarai fatta un idea di come sia la dx ma specialmente la sx abbiano fatto tutto meno che gli interessi generali del paese e poi dice che uno si butta con Grillo.

Sundance scrive:

si, ma la politica dovrebbe avere come fine il bene del paese. Se poi, nel perseguire lo scopo, dovessero trarne beneficio anche soggetti privati, non sarebbe moralmente etico, ma almeno il fine sarebbe nobile. Il fatto è che invece i privati ed i politici ne hanno un ritorno economico, mentre il paese va a puttane. In questo casa, l'incrocio di cui parli si chiama malaffare.

Elisa scrive:

sundance@
conclusione che mi trova in sintonia, il malaffare è l'incontro mortale tra politica e speculazione economica.

Politica Italiana scrive:

Ve l'ho detto e ripetuto… a me di voi non me ne frega un cappio! e con il malaffare ho una tresca sadomaso, ma a voi piace questo filmino porno e io che ci posso fare, continuo a farmi fott_re

il solito anonimo scrive:

le larghe intese vanno bene ai partiti che si distribuiscono poltrone e stipendi, e alla grande burocrazia che vede confermato il proprio ruolo e non viene colpita da alcun taglio.

qui fuori le imprese chiudono, le persone vengono licenziate, si calcola che in 5 anni le famiglie abbiano persono il 20% del potere d'acquisto, ma a loro che gliene frega?

Elisa scrive:

Vendola, che mi combini?

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/11/13/ilva-la-storia-che-vendola-non-racconta/776183/

Nichi scrive:

Pippo fratello mio, dove sei? portami le arance!

emilano scrive:

Vorrei fare alcune considerazioni frutto dei miei noti disturbi mentali pecio' non prendetemi troppo sul serio.La riforma elettorale non si fara' mai perche' nonostante ci abbiano raccontato che il governo e' nato per questo scopo  i veri motivi della sua nascita sono altri e variegati.Se la corte costituzionale come sembra dichiarera' incostituzionale il porcellum verranno fatti gli aggiustamenti necessari a renderlo costituzioale e basta.Con il porcellum nel 2011 il Pd avrebbe probabilmente vinto ma Berlusoni fu' fatto cadere dai poteri forti a colpi di spread truccato non per fare andare il PD al governo ma per metterci un loro uomo fidato il Bilderberghino,triaterale,goldman Sachs man Mario Monti l' uomo che applicando i loro dettami ha portato il paese in una spirale recessiva senza fine naturalmente con l'aiuto di re Giorgio che in quattro e quattroppo lo ha nominato senatore a vita e premier con il parlamento costretto a votarlo ( un po' come Letta) con la pistola alla tempia dello spread e dei conti pubblici.Parentesi i misteri della finanza con il governo Berlusconi in carica ed i conti pubblici con numeri migliori lo spread e' volato senza governo per piu' di un mese ed i conti disastrati lo spread e' rimasto basso.Quindi i poteri forti non vogliono governi politici forti eetti dai cittadini ma instabilita' in modo da far passare tutto nel segno del non c'e'altra strada.Il PD non ha vinto le elezioni per l'emorragia di voti verso il 5 stelle e vorrei vedere se voti la riforma fornero e in campagna elettorae dici che proseguirai con l'agenda monti poi cosa vuoi che chi e' di sinistra ti voti?comunque se disgraziatamente diventera' segretario Renzi il partito si spostera'ancora di piu' verso le politiche liberiste volute dai poteri forti di cui Renzi consapevolmente o meno e' un burrattino il fatto che abbia un consigliere economico liberista e De Benedetti ( evasore fiscale per 225 milioni di euro) si sia schierato con lui la dice lunga su chi siano i poteri che stanno dietro Renzi,mentre se vincesse Civati o al limite Cuperlo il partito si sposterebbe verso sinistra e vista la riflessione sulle politiche liberiste e sull'europa dei tecnocrati banchieri che nel partito sta' nascendo il PD potrebbe riattirare a se molti che hanno votato 5 stelle a sono rimasti delusi e quindi potrebbe vincere le elezioni ma non cercando voti a destra come fa' Renzima casomai recuperandoli a sinistra per questi motivi io credo che se Renzi diventera' segretariquesta sara' la fine definitiva del partito democratico erede di quello che fu' la sinistra italiana per cui non resterebbe altra strada che gente come civati rodota' ecc ne fondassero un'altro.Ora scusate e' arrivato l'infermiere con le pillole le prendo e poi vado a nanna.

Steppenwolf scrive:

BUUUURRPP!

Elisa scrive:

emiliano@
De Benedetti è elettore del Pd dai tempi dell'Ulivo in contrapposizione al Pdl/FI di Berlusconi. Le lobby economiche si sono sempre schierate politicamente, palesemente o meno.
L'esito delle primarie, vinca Renzi o Civati, non cambierà nulla al riguardo.
Anzi, l'eventuale abolizione del finanziamento pubblico ai partiti renderebbe necessariamente palese l'indirizzo politico della borghesia italiana.

Sundance scrive:

Elisa

hai ragione. Ma ne abbiamo parlato, credo domenica, la domanda è: vogliamo una politica che detta le regole alla finanza o una politica che si fa dettare le linee dalla finanza ? 

Elisa scrive:

Sundance@
lo stallo internazionale imposto dalla guerra fredda frenava la finanza.
Oggi la politica, ovunque, è debole.
Infatti in Europa comanda la banca centrale invece del parlamento europeo, privato del potere legislativo proprio dai paesi aderenti che non rinunciano alla propria sovranità.

il solito anonimo scrive:

in nessuno stato i partiti politici incassano più soldi pubblici che in italia, in nessuno stato i partiti politici sono al guinzaglio delle varie lobby, siano quelle dei banchieri che comandano su tutto e tutti, siano quelle dei commercianti che decidono nel pdl, siano quelle dei sindacati degli statali che decidono nel pd.

Comitato Etico contro la genetica scrive:

Siamo di fronte ad un mix del DNA di Piuma e Daniele X. Torno a leggere Ezechiele e butto via Mendel.

Steppenwolf scrive:

ahahah Echzelent!

Iol scrive:

L'infermiere forse ti dira' che DeBenedetti non e' da oggi che appoggia il PD, all'ultima tornata era per Bersani.Non so come tu possa dire che Cuperlo riportera' il PD a sinistra visto che e' ovviamente la marionetta dalemiana e quindi promuovera' le larghe intese e nessuno ha escluso che non sia stato uno dei 101 o piu'.

emiliano scrive:

De Benedetti ra per Bersani perchè aveva assicurato di proseguire con l'agenda Monti ovvero la loro agenda.Ho detto che tra Renzi e Cuperlo è più a sinistra il secondo perchè basta vedere il programma di Renzi che è ultraliberista mentre nel programma di Cuperlo c'è un ripensamento sul liberismo e su questa Europa.Poi che dietro Cuperlo ci siano anche  dei vecchi marpioni questa è un'altra storia

Iol scrive:

Il programma di Cuperlo e' uguale a quello di Veltroni e Bersani. Solo retorica, che poi portera' a  altre larghe intese sostenute dai soliti che le sostengono.

heiner scrive:

veltroni uguale a bersani? direi veltroni uguale a renzi.

Martina scrive:

sul sito i risultati del questionario lanciato in estate

http://www.civati.it/questionario-pd/

lame scrive:

OT ASSOLUTO

Qualcuno lo dice, per favore, a Letta che l'economia globale è cambiata e il fatto che migliorino, di un soffio, i dati macroeconomici non vuol dire che ci sarà più lavoro? 

sinapsi81 scrive:

Letta sta mettendo sotto pressione i talebani dell'austerity agendo molto abilmente. 

Bisogna che i paesi più competitivi promuovano una espansione salariale (es. reddito minimo in Germania) e nei paesi del Sud si rilancino gli investimenti.

Lorenzo M. scrive:

Letta, visti i reali risultati, davvero imbarazzanti, sta prendendo per il culo il paese. Come B. aveva fatto prima di lui. Mancano solo le battute sui ristoranti pieni, ma credo sia solo questione di tempo.

sinapsi81 scrive:

E' il paese e la sua classe dirigente che sono imbarazzanti.

Quando ti presenti con quel biglietto da visita convincere gli altri che la deflazione applica così è demenziale non è semplice.

Faremo applicare in maniera talebana i trattati: accumulare deficit o surplus sono violazioni dei trattati.

Di pari gravità.

 

Lorenzo M. scrive:

Ma Letta e i suoi sono parte della classe dirigente di questo paese, non un corpo estraneo. Non puoi scrivere delle abili mosse del nostro, e poi denigrarlo subito dopo: non ha senso.

sinapsi81 scrive:

La politica soprattutto a livello europeo non è fatta con gli scolapasta in testa.

Cambiare questa roba qua richiede un lavoro paziente.

Lorenzo M. scrive:

Si, ma non puoi dare prima del genio a Letta, che e' parte integrante della classe dirigente di questo paese, e poi dare della cogliona alla classe dirigente di questo paese. Se poi, nelle mosse del nostro, che pure finora non ne ha azzeccata una, vedi abili strategie ( ma solo te nell'Universo tutto, eh! ), magari se vuoi vedere qualcuno girare con uno scolapasta in testa basta che cerchi uno specchio.

heiner scrive:

mah, per me né genio né coglione. democristiano, ecco. questo direi

Lorenzo M. scrive:

@heiner

… così forse è anche peggio…

Vincenzo scrive:

Si si, infatti non è stato il suo governo ad introdurre per il 2014 ulteriori tasse, vedi tasi ecc….. non metto tutti i nomi perchè è probabile che vengano cambiati nei prossimi giorni….. L'unica pressione fatta sull'austerità è servita alle lobby del gioco d'azzardo.

Anonella scrive:

Sinapsi, per me Letta è un coglione, punto.

Letto scrive:

per me sinapsi è un coglione, punto. due punti: punto e virgola; 

Sundance scrive:

@Mario

ti ho risposto anche sotto, ma repetita iuvant, non per te ma per i miei colleghi statisti da tastiera. 

Dato per appurato che quelli del m5s sono analfabeti, fascisti, sciacalli, bambini, stronzi ed aggiungete pure quello che vi pare, torniamo un attimo ai fatti ed a quello che scrive il ns ospite.

Il governo nasce (e prospera) sotto l'imprimatur di napo che dice alle camere riunite: andate e procreate (licenza poetica) una nuovo legge elettorale. A chiosa di un lungo discorso in cui li apostrofa come massa di coglioni incompetenti e inaffidabili. Il tutto stranamente applaudito a più riprese dai coglioni incompetenti ed inaffidabili, a confermare la coglionaggine. 

questo era, è il cardine sul quale nasce e si giustifica l'attuale governo, il motivo per cui non potevamo tornare a nuove elezioni, il motivo per cui dovevamo accettare che dalla nascita dello stesso, la pressione fiscale è salita, come l'iva, come la spesa pubblica, come la disoccupazione. 

di questo si sono fatti carico il pd e pdl

Ad oggi la nuova legge elettorale ha le stesse possibilità di nascere di quelle che ho io di farmi il caschetto biondo, però (c'è sempre un però) la colpa è del m5s. 

Di quel partito che non è maggioranza, non è al governo, a cui non è stata votata una proposta di legge da parte del pd per tutta la legislatura, ma che dovrebbe accorrere volenteroso in soccorso del pd per votare una legge che, non da oggi ma dallo scorso febbraio, il m5s ha dichiarato di non gradire. 

Mi si obbietta, ma è per il bene del paese.

Quindi per il bene del paese si fa un governo che non fa niente, tranne salvare la poltrona ai soliti noti. Questo governo non riesce a portare a compimento il primo punto per cui è nato, ma continua a dirsi "indispensabile". Questo governo nato per il bene del paese ha aumentato tasse, spesa pubblica e disoccupazione. 

Forse gli analfabeti, fascisti, sciacalli, bambini, stronzi del m5s avranno pensato "sarà meglio se il pd la smette di fare cose per il bene del paese, che forse sopravvive qualcuno" e di conseguenza non hanno votato la loro proposta. 

applausi per Sun scrive:

Perfetto punto della situazione. A parte insulti e supposizioni fantasiose mi piacerebbe qualcuno rispondesse in merito…

heiner scrive:

qual è il merito? dov'è la domanda? 

ne faccio una io: c'erano alternative?

Lorenzo M. scrive:

Alternative al fallimento programmatico di questo governo e questa maggioranza? Al fatto che non uno degli obiettivi che si era fissato nel suo discorso d'insediamento sia stato portato a casa?

Come dire "ehi, la mia squadra del cuore ha perso 80 a 0. Ma cosa poteva fare, c'erano alternative?". Non so: cambiare giocatori? O allenatore? Provare davvero a dare una linea politica, in qualsiasi campo, senza appiattirsi sulla non-linea del Pdl? Nominare ministri e sottosegretari, tanto per parlare del PD, senza andare a cogliere il primo imbecille di passaggio, ma buono solo perche' riferimento della corrente di Tizio o Caio?

heiner scrive:

quale sarebbe per te tra i ministri in quota pd il primo imbecille di passaggio?

Lorenzo M. scrive:

Valuti in modo positivo l'azione di governo finora condotta?

heiner scrive:

no, purtroppo non la valuto positivamente. intendi: temo che gli spazi di manovra non siano poi tantissimi. tutto quel che viene evocato come panacea mi ricorda sempre le promesse berlusconiane delle meravigliose sorti e progressive della (forza) italia. si è poi visto… 

quel che tuttavia mi dispiace è che anche una linea comunque minimalista (che credo sia l'unica percorribile) non viene percorsa: tipico il caso dell'imu e delle tasse sul lavoro (l'inverso di quel che avrei auspicato). ma qui il pd ha veramente poca colpa, se non quella di non essersi saputo imporre. e ti par poco?, dirai tu?, in effetti non è poco, ma se il risultato elettorale è stato questo c'è poco da fare… 

Lorenzo M. scrive:

Ma il PD non c'ha neanche provato a imporre una sua linea. Manco a discuterne l'ipotesi di farlo. Non sono mancati gli spazi di manvora: è proprio la manovra a risultare assente. E questo penso abbia poco o nulla a che vedere con il risultato elettorale, piuttosto con una generale mancanza di volontà, quando non di idee, della componente "governativa ad ogni costo". Se ci fossero dei risultati tangibili, in un qualsiasi campo, probabilmente il mio giudizio sarebbe diverso.

sinapsi81 scrive:

Bisogna essere realisti e constatare che si è rotto il patto sociale.

Quindi è meglio ridurre drasticamente la spesa collettiva intermediata dallo stato e la pressione fiscale.

Se non c'è condivisione sul conto da pagare io evito di andarci a cena.

Mi sono rotto di litigare sul conto.

L'alternativa scrive:

Mi chiamo "Stringere in un angolo i bambini a 5 stelle" e potevo essere applicata in diverse occasioni. Essendo trasformista ti do diverse possibilità nelle quali, se non fossi tu stato cieco, mi avresti visto:

- rinuncio dei rimborsi elettorali, in parte o in toto

-scelta di Rodotà come PdR o semplicemente non siluramento di Prodi

- votazione di qualche emenfdamento a 5 stelle favorevole alle politiche di sx (rinuncia agli F35, alla missione in Afghanistan, multa alle slot)

Se mi avessi notato e mi avessi preso in considerazione prima, la storia ora sarebbe diversa. Quantomeno potresti dare per davvero del bambino presuntuoso, pretestuoso, viziato, fascista, anarchico populista al Grillino e avresti poi, e solo poi, fatto quel che potevi fare. Invece hai deciso di non considerarmi mai, nemmeno in un occasione. Hai preferito far finta non esistessi.

Ed ora eccoti li a dire che "non ti avevo visto, quindi non esistevi"

Grazie al caxx…

heiner scrive:

lasciamo perdere. meglio così. mille volte meglio così. 

tutto quello che scrivi non sarebbe valso a un emerito glande. è uguale. voi siete i bambini con il grembiulino pulito, noi siamo 'gnente'.

 

heiner scrive:

ma forse è meglio aggiungere qualcosa: 

sostengo civati, e a suo tempo sostenevo senz'altro alcune proposte per cercare un punto d'incontro con i grillini (ma mai l'abbandono del finanziamento pubblico, che per me è una stronzata che non accetterei mai). avrei senz'altro sostenuto prodi (come hanno fatto molti pd) e ovviamente anche rodotà.

ma: questa piccola (lo ammetto: civati, puppato e pochi altri, ma ricordo prese di posizione di madia… insomma, alcune avvisaglie c'erano) dissidenza interna chi poteva avere come interlocutori? qualcuno si è mosso? si sono create correnti all'interno del m5s? forse che a breve ci saranno primarie per decidere la linea politica prossima futura?

e allora di cosa stiamo parlando? di cosa stiamo parlando? per me il m5s non esiste proprio più come interlocutore. basta. non me ne frega più una mazza. tant'è che non me la sono nemmeno presa per il mancato voto al doppio turno. non mi aspetto più niente, e non mi inca.zzo neppure.

Alternativa scrive:

Ecco… allora non ti piacevo dall'inizio, quindi non cercarmi nemmeno e nemmeno dar colpe a me per quello che abbiamo. Io c'ero, mi hai visto e pure evitato… E scusami se ti ricordo che avrei significato molto. Cambio governo (Rodotà o Prodi non avrebbero concesso questo attuale governo, credo e spero), cambio del modo di farti vedere agl'occhi della gente (risparmiando diciamo un 30% delle spese di partito? non piace nemmeno a me che la politica sia dei privati sai?) o almeno risparmio della spesa pubblica dove maggiormente ce n'era bisogno – vedesi spese militari- o ancora far pagare a chi era dovuto le tasse evase. Con quei soldi non aumentavi l'IVA e riducevi il gettito delle nuove tasse che pagherete l'anno prossimo… ecco si… ma io non valgo un emerito glande…

 

heiner scrive:

va bene, va bene. ciao

FrancyP scrive:

sundance@
magari, forse, votare a favore del doppio turno avrebbe posto il Pd di fronte alle sue responsabilità alla Camera, dove è noto ha la maggoranza. Insomma, avrebbe tolto ogni alibi al Pd ed agito con responsabilità per il bene del paese. Chissà, forse, avrebbe potuto chiedere di andare al voto, una volta approvata la nuova legge elettorale. Sono solo ipotesi però era una carta da giocare. Urlare al lupo e non fare nulla per catturarlo non mi sembra coerente.

Maria Francyesca Poschi scrive:

:) :( ;) :) :( ;)

Noi a firenze giochiamo a renzo pigliatutto, molto più cool della scopa, e rubamazzetto.

Mattia Rienzo scrive:

si buonanotte la copa nel cool.. ma hi me lha mandata a huesta.. fatma ruffiana ?

Fatma ruffiana scrive:

oh coglione! senza la ruota della fortuna col cazzo che ti conoscevano a Poggibonsi.

Ma tu guarda a 'sto stronzo.

Anna scrive:

Tu sai che molti in questo blog vedono questo governo, Napo e Co come il fumo negli occhi ed io in prima linea, quindi alla tua analisi dell'attuale situazione non ho nulla da obiettare, semmai da aggiungere :)

Però questa sulla legge elettorale non la capisco e non la capirò mai. Se c'è una possibilità di farla (e c'è) non bisognrebbe lasciare nulla di intentato. Fare gli interessi generali è avere la capacità di mettersi a discutere per trovare soluzioni. Invece ora  i 5S ne presenteranno una lora che prevede addirittura il voto negativo. Aldilà del fatto che credo sia anticostituzionale, ma ti rendi conto che è come quando tanti anni fa a scuola il capoclasse andava alla lavagna e faceva la lista dei buoni e dei cattivi? Da questa impostazione io ne ricavo un msg inquietante: quello dell'esasperante messaggio nascosto (neanche tanto) "contro" invece che "per" che se poi lo unisci agli insulti continui di Grillo è aberrante.

Attenzione perché una società che riceve questi msg subliminali tu non potrai che renderla peggiore. Quello che io ormai non sopporto più dei 5S è che la loro bandiera è diventata l'insulto spesso gratuito. E così non si costruisce nulla, si demolisce solo.

Lorenzo M. scrive:

In parte concordo. Non trovo pero' sia accettabile addossare i fallimenti della maggioranza di governo su un partito dell'opposizione: non ha alcun senso.

Marino scrive:

che prevede addirittura il voto negativo. Aldilà del fatto che credo sia anticostituzionale,

il voto negativo viene dato ai candidati della lista che voti ("voto PD ma dò una preferenza negativa a Crisafulli"), non dovrebbe essere anticostituzionale perché comunque non influenza il numero di voti presi dalle singole liste. Il problema è che se dai il voto negativo, puoi dare una preferenza in più, e si aumentano gli spazi per rendere riconoscibile il voto e per il voto tattico. 

 

Sturate il cesso scrive:

la proposta delle StelleCadenti è
UNA CAGATA PAZZESCA

Sundance scrive:

Anna

il mio giudizio sull'operato ed operatività del m5s non è mai stato molto positivo. Vedo sempre come primo "valore" (a volte unico) l'essere non funzionale al sistema politico italiano e quindi la sua capacità di creare dissesto all'interno dello stesso (il mancato appoggio al pd continua ad avere tutta la mia approvazione). Nello specifico, a parte la fumosità del progetto m5s per la legge elettorale, bisogna riconoscere che da sempre hanno detto che non avrebbero votato la legge del doppio turno, che fra l'altro prevederebbe il cambiamento della costituzione per il premierato. Visto che poi il cambiamento della costituzione sarebbe un affare pd/pdl, non vedo perchè il m5s dovrebbe infilarsi nella diatriba. 

Come ti ha scritto Lorenzo, il mio papello voleva solo rispondere a quelli che trovano sempre e solo un colpevole di tutto quello che accade invece di cercare l'assasino fra le mura di casa. Ogni tanto un pò di obbiettività non guasterebbe. 

 

Anna scrive:

Siamo onesti Sundance, l'unica legge elettorale che può garantire di governare con l'alleanza con la quale ti sei presentato agli elettori è il doppio turno. Abbiamo provato il proporzionale puro, il mattarellum poi il porcellum e l'unico risultato è che poi vai a governare con alleati che in campagna elettorale non lo erano, anzi erano l'opposto. Con tutto quello che ne consegue a livello di accordi poco onorevoli per non lasciare la poltrona.

Quindi mi viene da pensare che il rifiuto del M5 sia strumentale perchè  mirano alla non governabilità con la speranza che nel frattempo prendano il 51%. Di questo passo l'unica vera cosa assicurata è il baratro.

Oppure devo cominciare a dare ragione a chi dice che Grillo mira proprio al baratro pur di andare a governare?

Sundance scrive:

Vedi Anna, dietro al discorso della governabilità (come al solito) si nasconde il problema reale. 

Esempio; berlusconi per 2 legislature (una portata a termine) ha avuto maggioranza ampia e coesa. Risultati ? catastrofici. 

il problema non è il partito che va al governo, sono le persone che compongono quel partito. Io il pd al governo con questi personaggi non lo voglio, non lo ritengo capace di fare le cose che sarebbero necessarie. Li ritengo corrotti e collusi. Esagero, estremizzo ? Forse, ma ogni giorno escono fuori nuovi fatti che mi rendono sempre più convinto di quello che ti scrivo. 

Ecco perchè scrivo sempre, attirandomi parecchie simpatie, che vedo un futuro per il pd solo dopo una clamorosa debacle elettorale. Se i topi abbandoneranno la nave, sarà possibile ricostruire un partito credibile. Fintanto che il voto legittimerà l'attuale dirigenza ed, a cascata, tutti i funzionari e dirigenti che nel torbido pascolano e pasciono, il pd rimarrà il partito irrecuperabile che è oggi. 

 

Marino scrive:

Ecco perchè scrivo sempre, attirandomi parecchie simpatie, che vedo un futuro per il pd solo dopo una clamorosa debacle elettorale.

spirito immondo di Amadeo Bordiga esci da questo corpo di Sundance…

intanto, dopo la clamorosa debacle elettorale, chi governa? O il PDL con Berlusconi in cerca di vendetta (e i risultati al confronto farebbero sembrare "2012" di Emmerich una commedia rosa) o l'M5S nella sua presente incarnazione (e i risultati al confronto farebbero sembrare "World War Z" una commedia rosa).

Preferisco rischiare con Finocchiaro, Fassina e Speranza… 

Anna scrive:

Scusami Sun, tutto quello che hai detto in questo ultimo post può anche essere in parte vero (non concordo sulla parte finale, ma non è questo il punto) ma non c'entra nulla con l'eventuale legge elettorale che possa permettere a chi vince di governare.

Anzi, permettimi di dirti che è proprio in contraddizione quello che tu hai detto con un No ad una riforma elettorale. Infatti la tua analisi dovrebbe proprio portare ad una riforma decente della legge perchè potrebbe proprio essere interesse del M5S nel caso ci fosse la tua auspicata debacle elettorale del PD!

Perché la debacle ci può essere, ma stai sicuro che il PD il suo 15, 20 per cento se lo prenderà sempre, altrettanto il PDL e, quindi, l'assurdo è che con questo vostro NO a prescindere ci saranno sempre le larghe intese con la parte peggiore.

No Sundance, mi dispiace ma il voler difendere a prescindere queste posizioni del M5S mi porta a pensare che anche i sostenitori più accorti e critici come te alla fine non hanno voglia di cambiare nulla, ma solo l'ideologia contro senza alternative concrete. Cioè alla fine vale la legge di chi ce l'ha più duro!

Mario De Fusco scrive:

Caro Sun,

mai detto che la colpa di tutto è dei 5S , nè tanto meno che siano ignoranti,

sporchi e fascisti(in verità ho dato del fascista al solo Casaleggio e lo

confermo).Lo ribadisco per gli altri , tu già sai come la penso in proposito.

Come pure sai come la penso sul governo Letta ossia tutto ilo male

possibile.Quello che ancora non capisco è il perchè i 5S non dovrebbero

votare una legge elettorale proposta dal PD che ci faccia uscire dal

porcellum e abbia un minimo logica e di condivisibilità.Qui non si tratta

di soccorrere qualcuno che ti ha insultato un minuto prima o salvare

un governo che non ti rappresenta.Si tratta di cambiare una regola del

gioco che vale per tutti e alla quale tutti dovrebbero contribuire guardando

anche in là dai propri interessi di bottega.Capisco che in Italia è un

concetto quasi utopistico ma qui tutto sta diventando utopia e la

situazione attuale ne è la logica conseguenza.

Un saluto. Mario

Sundance scrive:

Mario

so bene che gli insulti non erano tuoi, come dice il detto "ho parlato a nuora, perchè suocera intenda" 

penso che la mia risposta ad anna risponda anche a te. 

Anna scrive:

Finalmente Mineo lo ha detto chiaro che sceglie Civati.

"Io scelgo Civati, spero che lo faccia anche Barca. Perché i gruppi dirigenti post comunisti, post socialisti e democristiani sono rimasti frastornati dal bombardamento degli storni e un Partito democratico deve ancora nascere".

http://www.corradinomineo.it/item/440-sotto-il-guano-degli-storni-caff%C3%A8-del-13-novembre.html

mazarino scrive:

Sartori sul mandato imperativo.

http://www.corriere.it/editoriali/13_novembre_06/grilliscmo-costituzione-violazione-432b1068-46ac-11e3-a177-8913f7fc280b.shtml

Dinossauri alla riscossa scrive:

C'è qualcosa di simbolico, di catartico, di segno di fine dei tempi nell'attacco al M5S da parte dei dinosauri del Potere. La discesa in campo del trio d'attacco dei novantenni, Napolitano, Sartori, Scalfari, "NaSaSca", una riedizione mummificata del celebre "GreNoLi" del Milan degli anni '50, ha in sé qualcosa di struggente, di echi di mondi lontani che non vogliono cedere il passo, di chi si crede immortale nelle sue eterne convinzioni. Sartori 1924, Scalfari 1924, Napolitano 1925, quasi 270 anni in tre, hanno sferrato un attacco frontale, geriatrico al M5S, definito anticostituzionale, che porterà il Paese alla rovina, che se ne frega dei problemi dell'Italia. Loro che in questo Paese hanno vissuto una lunghissima vita, che ne hanno tratto indubbi benefici, che hanno avuto ruoli di potere e di influenza sembrano riverginati, come se lo sfascio italiano non gli appartenesse, come se fossero italiani per caso, di passaggio, immuni da qualsiasi coinvolgimento e colpa. Mi sento come Gorbaciov che vuole la perestrojka attaccato simultaneamente da Andropov, Cernienko e Breznev mentre mi rinfacciano il fallimento dell'Unione Sovietica. Surreale, catafalchi che hanno contribuito a costruire e ad alimentare per più di settanta anni la situazione attuale vengono usati come truppe d'assalto dal Sistema. In guerra, alla disperata, contro le forze avversarie che avanzavano, si arruolavano i tredicenni, le ultime leve. In Italia per evitare il cambiamento si schierano invece i novantenni d'assalto. Forse è la prima volta che accade nella Storia, un caso unico di necrofila politica, di Pantere Bianche alla riscossa. Trovo inquietante dover fronteggiare un plotone di dinosauri, di quasi centenari, che si battono per il loro futuro (?) mentre all'orizzonte una linea di fuoco annuncia il meteorite che li travolgerà. I poteri forti del Corriere e della Repubblica e i partiti si nascondono dietro a degli anziani signori. Non hanno vergogna di sfruttare così dei poveri vecchi? Mai tentare di vendere un meteorite a un dinosauro. Perderesti il tuo tempo e irriteresti il dinosauro.

Il Ginecologo scrive:

il feto è morto! Ancora solo un leggero fetore, ogni volta che grillo apre la bocca.

 

Re Borbone scrive:

FFF. Avete promesso Feste e Farina, Adesso scegliete chi far salire sulla Forca, altrimenti preparatevi ad inaugurarla.

http://www.huffingtonpost.it/2013/11/13/reddito-di-cittadinanza-m5s-malumore-casaleggio-attivisti-elevare-soglia-mille-euro_n_4265197.html?utm_hp_ref=italy

In alternativa, Il Monte dei Pegni vi aspetta ma dubito che le chiacchiere e le sputacchiere siano negoziabili.

PS Nota per i fini economisti di M5S, in coerenza con il tasso di interesse negativo si aspettano le medie dei vostri QI (ambedue possibili, il tasso di interesse in teoria, i vostri QI in pratica).

Steppenwolf scrive:

ahahah Brillante.

Da MMT scrive:

alla ETF (Eterna Teoria del Fesso). Epistemologia Grillina.

https://www.youtube.com/watch?v=fv1rwnFl824

 

un elettore scrive:

"Nessuno sembra volerlo notare, ma il governo frutto di un accordo innaturale (per non dire abnorme) tra la destra cialtrona e la sinistra incerta "

onorevole Civati, mi permetto di sottolineare un errore di fondo: la''cordo non è nè abnorme ne innaturale, ma l'essato contrario, almeno tra il PD di OGGI ed il Pdl: sono entrambi ben piantati nella idelogia neoliberista e quindi è naturale l'intesa tra pd e pdl. solo cambiando l'impianto neoliberista del pd allora l'intesa diventa innaturale, ma purtroppo qs nn è

Due elettori scrive:

..concordo! La configurazione governativa rappresenta il nuovo polo, di centro destra e mezzo, che verrà, con renzi leader ultradesignato che ne incarna perfettamente l'ambiguità.

Manca la contoparte a sinistra..

Il Progetto Civati mi sembra un più che buon Inizio.

 

sinapsi81 scrive:

No al proporzionale.

No al proporzionale travestito da maggioritario.

Martina scrive:

anche io vorrei la pace nel mondo……..parliamo di cosa si può fare adesso, di concreto, in questa particolare situazione

sinapsi81 scrive:

In concreto non rimane che rompere il fronte della destra e dichiarare che in ogni caso con o senza la legge elettorale il PD non farà alcuna allenza e combatterà la battaglia maggioritaria sul doppio turno.

Se la prospettiva sono nuove larghe intese, no al taxi per le minoranze.

Con o senza legge elettorale: no alleanze e chiedere i voti su alcune riforme precise fra cui sistema elettorale a doppio turno.

Martina scrive:

in soldoni, vuoi ritornare a votare con il porcellum al prossimo giro? Perché ci possiamo rimurginare ore sulla legge migliore possibile, ma il nodo cruciale sono i numeri in parlamento, è ragionevole pensare che al momento per il ritorno al mattarellum ci siano, e solo per quello…..quindi?

sinapsi81 scrive:

Dovremmo rivotarci da soli il Mattarellum che produrrebbe come risultato il dover fare la stampella ad Alfano?

Poi glielo spieghi tu alla gente?

FrancyP scrive:

Martina@ Il Pdl è allo sfascio, per cui il doppio turno andrebbe "quasi imposto". Diversamente, lavoro per introdurre il premio di maggioranza al senato tale da superare il problema delle diverse maggioranze e si torna a votare.

Martina scrive:

@Francy, ho capito che ti fa senso dire la parola "mattarellum", ma siamo lì, stiamo dicendo la stessa cosa

@Sina, come al solito svii la domanda

Marino scrive:

da fare adesso? cacciare Giachetti, per esempio. Scusate, ma la Finicchiaro ha perfettamente ragione a incardinare il discorso della riforma elettorale al Senato, è lì che va trovata la maggioranza. A parte che adesso, a ridosso del pronunciamento della corte costituzionale l'idea di abolire il porcellum usando proprio la maggioranza alla camera creata dal porcellum stesso e pronta ad esser dichiarata incostituzionale, è tra il surreale e il perverso.

 

censor scrive:

se non ricordo male quello che non va, nel parere espresso dalla corte su ricorso di privato cittadino (!), è:

Per il senato: il maggior peso del voto nelle grandi città.

Per la camera: il premio di maggioranza svincolato dal raggiungimento di un minimo.

Mentre per quel che riguarda la scelta del candidato dice che il porcellum va bene così com'è.

Inoltre la corte ha messo le mani avanti dicendo che l'eventuale incostituzionalità di parti della legge elettorale non fa automaticamente decadere le camere (cioè i loro presidenti, cioè questo PdR, e la corte stessa…).

Intanto la corte ha cambiato presidente.

Ricordo che il premio di maggioranza alla camera è andato al pd grazie alla coalizione con sel.

Voglio insinuare che i 101 sono figli di questo premio e sono fisiologici in un partito così antidemocratico.

lame scrive:

Lame in versione professoressa con la penna rossa: LA CORTE COSTITUZIONALE NON DECADE. 

censor scrive:

ma maestra… se fosse dichiarato illegittimo questo parlamento, sarebbe implicitamente illegittimo questo PdR eletto da siffatto parlamento, e di conseguenza sarebbe illegittima la stessa corte per almeno due terzi… Proprio per questo la corte scrive che anche se parti della legge elettorale sono palesemente incostituzionali, non può decadere tutto il resto, altrimenti non avrebbe alcun valore nemmeno questa sua delibera…

lame scrive:

Caro allievo, 

casomai sarebbero nulle le nomine fatte da questo parlamento e pdr. Non so quante siano, ma certo non sono tutti i membri di nomina, perchè come tu certo sai, non è che ad ogni nuovo parlamento vengono rinnovati tutti i membri nominati. Questi vengono nominati solo quando uno o più abbiano finito il loro mandato. 

censor scrive:

mi pare siano 2 o 3 ad essere stati nominati prima del porcellum…

Il ritorno dei rottami viventi scrive:

L'abbraccio mortale di De Benedetti a Matteo Renzi: "Alle primarie voterò per lui

L'anno scorso alle primarie del centrosinistra aveva appoggiato Bersani e del sindaco di Firenze pensava questo: "Di Berlusconi ne abbiamo già avuto uno"

Anche Civati l'anno scorso ha appoggiato Bersani.

Scommettiamo che una volta arrivato secondo o terzo salira' sulla carretta dei rottamati guidata dal Sindaho?

marco scrive:

peccato che arrivi primo

Pippo "Altobelli" Civati scrive:

Sono contento di essere arrivato uno

 

marco scrive:

naaaa magari ossimoro o catoblepa e cmq non era Altobelli

lame scrive:

Infatti la frase è di Enzo Moser, il ciclista. 

l'ho sentita quando lo ha detto in una intervista scrive:

https://groups.google.com/forum/#!topic/it.arti.trash/JEsfw0zHLdc

Le grandi frasi di spillo
Altobelli:

- Sono contento di essere arrivato uno

- Siamo riusciti a vincere contro i turchesi (turchi)

- C'è chi può e chi non può, io può (questa andrà nella Treccani prima opoi)

- Sono pienamente d'accordo a metà col mister

Martina scrive:

…intanto su youtrend adesso lo danno al 16%

Il Trend scrive:

è positivissimo per il ns.__

Con esito superiore al 20% un Successone.

I vermi stanno iniziando a tremare.

Vincenzo scrive:

Civati lei fa parte dell'inutilità totale, lei che pontifica sulla legge elettorale e ha votato contro il mattarellum, parla contro l'abolizione dell'IMU e ha votato a favore, votanto a favore di quest'ultimo dato parere favorevole al condono fiscale per i concessionari delle slot, per non parlare delle 666 assenze in aula, probabilmente vuole battere Renzi almeno su questo campo… Civati l'uomo della nuova sinistra, ma mi faccia il piacere.

Mario De Fusco scrive:

Vincenzo , mi faccia capire. Chi sarebbe per lei l'uomo della nuova

sinistra? Grillo?

Vincenzo scrive:

Si risponde nel merito, sui fatti, incontrovertibili quelli sopra citati da me…. Questa è la nuova sinistra, poni delle questioni e ti rispondono con Terapià tapioco…. 

marco scrive:

non c'è niente da fare il nome e quello che dici mi fanno tornare in mente il ritornello di Alberto Fortis

Tu cerchi l'uomo vecchio scrive:

Di certo non e' di sinistra sprecare 5 miliardi per fare la guerra in Afghanistan, allearsi con un condannato plurimiliardario e truffare i propri elettori

Al confronto del PD questo intervento sembra fatto da Che Guevara

http://www.youtube.com/watch?v=3nmf6uNS5fk

Speriamo che la sinistra non abbia bisogno dell'Uomo Nuovo, ma di cittadini vigili e coscienti – quindi partecipativi

lame scrive:

Vincenzo, dove hai trovato il dato delle 666 assenze in aula? Sono passati circa 240 giorni dall'inizio della legislatura. Come ha fatto Pippo ad accumulare circa tre volte di assenze rispetto al numero di sedute possibili? 

666 the number of the beast scrive:

Prova a citofonare e chiedere al 667, the neighbour of the beast

Marino scrive:

Nell'Apocalisse di S. Giovanni?

PS: postare interventi di Di Battista è un crimine contro l'umanità

ecos'è mai  allearsi con un condannato plurimiliardario quando si è capeggiati da un condannato plurimiliardario (o almeno milionario?)

Chicco scrive:

@ heiner "scegli sempre il meno peggio…"

Ecco appunto… Questo è quello che ci ha portato qui, ad oggi, scegliere quello perchè non c'era alternativa…  Il problema che vedo, e alla quale molti non danno peso è che se vuoi il doppio turno, riformi anche lo stato, e non dai il potere di usare decreti al governo e la maggioranza dei seggi a quello che vince il ballottaggio. Perchè molti cittadini italiani, e con loro secondo me anche i partiti, vorrebbero proprio che chi vince il ballottaggio decide per tutti, infischiandosene delle minoranze, per quanto queste possano essere grandi…

Il problema secondo me è che i nostri politici si spartiscono la torta. Ogni volta. Da sempre. Non si puo' che il giorno dopo le elezioni uno prende il suo programma e lo brucia sul caminetto! Questa è la colpa dei politici che si fanno affari loro… comunque la metti si ricatteranno a vicenda. Nel PD Mastella,  Bertinotti e Scilipoti non hanno insegnato davvero nulla.

Insomma, è inutile fare un sistema stabile se poi hai partiti instabili (per via di ricatti incrociati) al governo… Basta vedere il PD e l'organizzazione del suo congresso: tessere comprate, occhi chiusi di fronte ai brogli. Dall'altra parte è partita pure la faida interna. Come ci si puo' affidare a gente cosi'? Anche Civati che di fronte alle tessere comprate non fa scoppiare un casino mi pare davvero troppo. Quando accetti evidenti brogli, ammazzi la democrazia. Hai voglia a dire che non hai le prove, che si è opposto, ecc. ecc. risultato? Cuperlo (e ho detto Cuperlo!) al 40 e passa… Civati al 15% che risultatone… 'spetta che esulto

Ormai non spero piu' nemmeno in Civati. Questa vicenda delle tessere mi ha fatto scendere la passione verso di lui. Ci voleva una reazione forte, un bel casino piantato in mezzo al partito. Ci voleva una presa di posizione che cambiasse almeno la data di "ingresso al voto",o metter nei casini gli altri, insomma "uscire" un asso… Niente, se non " vive e vibranti dichiarazioni".

Attendo sfiduciato il risultato dell'8 dicembre, che pare sarà impietoso. Magari mi ricredero' ma l'italia non cambierà con queste primarie, proprio per questo. Le tessere gonfiate non devono essere accettate. Costi quel che costi. A che scopo altrimenti partecipare ad una partita truccata?

FrancyP scrive:

Chicco@
buona parte dei tesserati sono molto legati alla vecchia nomenclatura che lavora, non a caso, per Cuperlo.
Alle primarie Civati otterrà il giusto riconoscimento.

E' il mio augurio.

Mario De Fusco scrive:

Chicco,

perchè ho l'impressione che Civati non ti avrebbe convinto

in nessun caso , qualsiasi cosa abbia detto o fatto?

Legittimo , per carità, ma appigliarsi a qualsiasi pretesto per

sostenere la propria tesi non mi sembra il massimo dell'obiettività.

Un saluto

marco scrive:

perchè ci vedi bene

Chicco scrive:

Mario, se non lo sai tu perchè hai la tua impressione come posso dirlo io?

Per me chiedere di bloccare i possibili votanti ad una data antecedente "all'ingresso buoi" con una forte presa di posizione di fronte ad evidenti futuri brogli è necessario per non uccidere la democrazia. Non fare nulla è complice. Questo è quanto.

Ora mi dicono che le votazioni per le primarie sono aperte e vedro' come partecipare e far partecipare pro-Civati. Comunque sia credo se lo meriti, gli va dato atto di esser meglio degli altri. Ma accettare queste cose è deludente, e non preannuncia niente di buono. Accettare questa porcata per aver la possibilità di avere qualcosa in cambio, senza nemmeno provare a calar le braghe agli altri due faccendieri che concorrono con lui mi pare pochino. Come dicevo, attendo sfiduciato. Spero di esser positivamente sorpreso con un asso calato all'ultimo secondo.

heiner scrive:

oddio chicco, ci vorrebbe un altro papiello per risponderti… :-)  

c'è proprio una differenza di fondo tra le nostre posizioni, che magari sarebbe bene articolare, ma non ho molto tempo. 

comunque: le primarie dell'8 sono aperte a tutti. lì non ci possono essere scherzi. ma temo che resterai deluso, e molti civatiani resteranno delusi (tranne quelli che guardano con favore anche a renzi). perché il punto è che la realtà è sempre molto meno bella di quel che vorremmo. detto questo, per me vale sempre: fare quel che si può. per me resta il punto cardine della democrazia. si può tradurre anche negativamente con 'meno peggio', ma io preferisco vederla come mediazione tra sogno e realtà. anche perché il sogno senza realtà è appunto, tautologicamente, solo un'illusione.

lame scrive:

Super OT ma interessante. (Dedicato ad Emiliano)

http://www.huffingtonpost.it/jacques-attali/leuro-e-leffetto-mongolfiera_b_4265143.html?utm_hp_ref=italy&utm_hp_ref=italy

sinapsi81 scrive:

E' impossibile svalutare l'euro per via monetaria. 

L'unica cosa che si può fare è favorire una espansione salariale nei paesi più competitivi dell'area euro.

Adesso stanno facendo il contrario ovvero applicano in maniera demenziale la deflazione per tutti e nel paesi in meno competitivi la svalutazione dei salari.

I problemi sono intraeuropei.

Cialtrone e' chi non sa leggere e chi fa riforme pensando alla bottega scrive:

Sistema proporzionale; metodo (D'Hondt) per la ripartizione che assegna più seggi ai partiti che prendono molti voti, meno a quelli che ne prendono pochi; circoscrizioni piccole, su base provinciale e, soprattutto, possibilità per l'elettore di dare la propria preferenza in positivo (+1 voto) o in negativo (-1 voto). E' la bozza di riforma della legge elettorale che propone in M5S e che la lancia in rete per discuterla: "Non è una legge per il M5S, ma per ridare il potere a cittadini".

https://scontent-a.xx.fbcdn.net/hphotos-prn2/1468521_647319738624344_1256885354_n.jpg

Come spiega Paola Taverna, capogruppo del movimento al Senato: "Non so cosa intendano fare gli altri partiti: conosco quello che intendiamo proporre noi, un sistema simile a quello spagnolo, con soluzioni che guardano anche al sistema svizzero. Ma siccome deve essere una legge fatta per i cittadini, auspichiamo che possa esserci un'interlocuzione con gli altri partiti".

 

 

Marino scrive:

Un'altra prova (ma ne servono altre?) della cialtronaggina dei grillini: propongono in Italia in sistema spagnolo, che per funzionare funziona… ma si scordano un piccolo dettaglio: secondo la costituzione spagnola SOLO la camera dei deputati vota la fiducia: art. 99 della costituzione spagnola

Art. 99. – 1) Dopo ogni rinnovo del Congresso dei deputati, negli altri casi previsti dalla Costituzione in cui lo si ritenga opportuno, il Re, previa consultazione con i rappresentanti 
designati dai Gruppi politici con rappresentanza   parlamentare, e tramite il Presidente del Congresso, proporrà un candidato alla Presidenza del Governo.  
2) Il candidato proposto ai sensi del comma precedente esporrà davanti al Congresso dei deputati i1 programma politico del Governo che intende formare e richiederà la fiducia della Camera.  
3) Qualora il Congresso dei deputati, col voto della maggioranza assoluta dei suoi membri, conceda la fiducia al suddetto candidato, il Re lo nominerà Presidente. In caso non si raggiunga la maggioranza assoluta, la stessa proposta sarà nuovamente votata 48 ore dopo la prima votazione e la fiducia s'intenderà, concessa qualora si ottenga la maggioranza semplice.  

Articolo che sarebbe da copiare nella nostra costituzione sostituendo "Re" con "Presidente della repubblica"

qualunque sistema elettorale, con il bicameralismo perfetto e un sistema partitico tripolare ha altissime possibilità di non dare una maggioranza al Senato e quindi nessun governo salvo le larghe intese forever.

Ibis scrive:

Ma LOL! Civati che dà l'agendina sulla gamba della fusani..come dire "astronza ce ne hai messa di cattiveria!" Pippo i fuoriondaaa cazzooo!

Martina scrive:

ahhahaaahh, comunque un civati in forma smagliante

Ibis scrive:

Si, in un confronto diretto con gli altri 3 gli straccerebbe.Credo.

lame scrive:

C'è un link per vedere la trasmissione? 

Martina scrive:

è già finita!

lame scrive:

Sì l'avevo capito, ma sai il titolo? Me la recupero. 

Martina scrive:

la trasmissione è "Di mattina"

ZenaZuena scrive:

OT: mai votato a destra e mai lo farò. Come più volte ribadito sul questo blog, se la storia del MoV va a put…ne, io vado a ingrossare il fiume della astensione. Punto. Ma ieri sera la Meloni a Ballarò ha fatto una proposta quanto meno seria per recuperare un po' di soldi dalla pensioni d'oro. E il "giovane" Speranza, sentitosi superare a sx (vabbè come rubare caramelle ai bambini), ha bollato il tutto come demagogia. Quanto mi sta sul caxxo questa cosa del Pd…o sei d'accordo con loro o sei demagogo…ma porca paletta ma ci sarà nell'universo una idea migliore della tua Speranza!!!!! E senza vergogna dire…si, è una bella idea, la faccio mia, la facciamo nostra. L'unico che non è così è, forse, Civati…

marco scrive:

leva il forse

FrancyP scrive:

Zuena@ però quando Speranza gli ha ricordato che per 5 anni è stata ministro e poteva proporla prima …. cosa ha risposto la Meloni? E quando gli ha ricordato che le proposte di legge non devono soltanto apparire giuste ma essere concretamente attuabili, ricordandoli che c'è da superare lo scoglio della costituzionalità, la Meloni cosa ha risposto?
Fermo restando che è vergognosa la faccenda sulle pensioni d'oro, pensionati che percepiscono assegni oltre i 7.000 euro.
Bisogna superare lo scoglio dei diritti acquisiti. Ci vuole una legge che intervenga decisamente, senza lasciare spazio a ricorsi amministrativi.

Mario De Fusco scrive:

Caro Zena,

aver eletto Speranza come capogruppo alla camera è stata una delle

piu' grandi stronzate che il PD ha fatto nel travagliato post-elezioni.

E' il nulla assoluto come , ai tempi, Fortebraccio definiva Cariglia e

Tanassi del PSDI. Detto questo , ieri sera ha fatto l'ennesima figura

da"pirla" e la proposta della Meloni aveva ed ha una sua logica.

Il problema è antico e risiede nel fatto che la politica e gli italiani in

genere sono prevenuti sul qualsiasi cosa dica il tuo avversario.

Personalmente ritengo che una proposta sia accettabile a prescindere

da chi la fa che si chiami Meloni o addirittura Roberto Fiore(ho esagerato?).

Ma ormai si sa : in questo paese il buon senso è da un pezzo che è

andato tranquillamente a puttane.

Un saluto e buona giornata.

FrancyP scrive:

Mario@
Speranza è stato voluto da Bersani, come del resto anche la candidatura di Cuperlo, insomma gli errori di Bersani non si fermano alle elezioni ma proseguono inesorabilmente.

heiner scrive:

comunque, se non ricordo male, un prelievo sulle pensioni d'oro era stato proposto addirittura dal governo monti ed è stato bocciato dalla corte costituzionale (non da due peones). ho visto che la meloni si attacca al fatto che la corte difenderebbe i propri privilegi. mah. dovrei vedere le motivazioni, ma letta così sembrerebbe proprio che la meloni faccia una battaglia di sola facciata. 

 

Marino scrive:

La Meloni ha fatto della lotta alle pensioni d'oro una suo tratto caratteristico (e comunque non sembra una cattiva persona), però resta l'ostacolo della costituzionalità. Anche una legge non impedirebbe comunque i ricorsi, il diritto a ricorrere per tutelare diritti soggettivi e interessi legittimi è un diritto costituzionale.

Ibis scrive:

Claudia Fusani-L'Unità, su Rainews 24, ospite assieme a Civati. Le stronze non sono solo di destra. Sembra di sentir parlare Monica Setta per quanto è scema-

Martina scrive:

Civati a rainews24 con una simpatica Claudia Fusani che gli dice che il congresso è a due, al massimo due e mezzo

Martina scrive:

Iacoboni: "Renzi e Civati, diversi ma complementari, Civati otterrà un buon risultato e sarà interessante vedere le dinamiche tra i due"

FrancyP scrive:

@martina lo sostengo da tempo, sottovoce … :) )

Maria Francyesca Poschi scrive:

:) ;) :) ;) :( :) ;)

Noi a Firenze abbiamo proposto la statua di renzi a P.zza della signorina, 

il David di Raffaello non è cool, e detto tra noi …

non soddisfa.

Leonore scrive:

Giusto, piazza della SigniriNa è quella bona per Renzie. Il David di Raffaello è meglio che torni al suo creatore.

Luca scrive:

Se non fosse per le zone rosse e il Sud Cuperlo scomparirebbe. Pippo, invece, va benone al Nord, soprattutto in Veneto e Trentino, si difende nelle zone rosse e in Sardegna. Considero piu` di valore il suo risultato che quello del candidato dalemiano, trainato com’e` da municipalizzate, COOP e CGIL.

Martina scrive:

mi scusasse Cuperlo, ma se D'Alema avesse candidato Pinco Pallo, il risultato sarebbe stato identico

Luca scrive:

Certo, pero` contano molto anche quelle categorie elencate.

Alfonso scrive:

OT

http://www.corradinomineo.it/

 

marco scrive:

grazie Alfonso e grazie a Mineo, più si va avanti e meno soli siamo

Alfonso scrive:

Stimo molto Mineo per questo sono contento che anche lui aderisca alla mozione a prescindere da tutto.

FrancyP scrive:

ho trovato interessante questo passaggio:

Le “larghe intese” suggerivano che in commissione si dovesse cercare un accordo Pd-PDL. Ecco, due relatori, Bruno, PDL, e Lo Moro, Pd. L’orrore della politica (che è scontro e solo dopo, se è il caso, mediazione) ha portato a incollare proposte diverse e incompatibili. Ha visto, così, la luce il “pillolato”: turno unico, con liste bloccate e circoscrizioni più piccole, premio di maggioranza a chi raggiunga il 40, ma forse anche un “premino” per chi si avvicina a quella soglia. Insomma, un Porcellum rivisitato. Meglio andare in minoranza che proseguire in quella direzione. Ed è ciò che il Pd ha scelto.

Però non è finita. Calderoli (Lega) ha riproposto il Mattarellum, legge con cui si è votato nel 1996 e nel 2001, che almeno consentiva ai cittadini di scegliersi nel collegio il candidato da votare. Io ripartirei alla carica: doppio turno o Mattarellum. Che fate voi del PDL e voi del M5S? E intanto li accuserei di voler lasciare l’attuale legge immonda e impopolare.

marcocera scrive:

Con il Mattarellum le larghe intese ce le teniamo anche al prossimo giro, è matematico. Perchè non attaccare M5S sul fatto che hanno bocciato il doppio turno? Sono loro a volere le larghe intese. Questo andrebbe fatto capire, ancora una volta, ai loro elettori.

Chicco scrive:

Il doppio turno l'ha bocciato l'attuale maggioranza…

Piero Pilu scrive:

…la sera ?!? VAVAVUUUULVA!!!!!!!!!!!!!!!!!

georgia scrive:

dunque prodi ha capito di essersi lasciato andare un po' troppo ad uno sfogo personale e ha fatto marcia indietro tornando a fare il politico.

P.S OT
Ma possibile che ormai la politica sia diventata SOLO la presentazione di un libro, proprio o di altri?
Un tempo i politici venivano intervistati davanti ad una fabbrica occupata, a un amanifestazione, a un convegno politico, all'università, in parlamento, a una tribuna politica, davanti allo scaffale di casa o dello studio pieno di libri accuratamente selti come messaggio ecc. Ora solo alla presentazione del libro proprio o di qualche amico, o amico di un amico :-) .
Chiudono le VERE librerie, i teatri, i concerti, nessuno, scrive più qualcosa di decente, nessuno giustamente legge, le università sono diventati NON-luoghi, eppure ogni giorno ci sono migliaia e migliaia di presentazioni di non-libri. Sullo sfondo scaffali pieni di libri (quasi tutti inutili) che forse servono solo alla passeggiata di un politico in attesa di intervista :-( (((

pingon scrive:

Hanno suonato alla porta.

Ho aperto e il testimone di Geova mi fa " La morte sta arrivando, dobbiamo parlarne"

"Io sono cattolica praticante, mi fa solo un favore se viene a predermi".

Mah, ci mancavano solo i gufi stamattina.

Buona giornata, non litigate eh.

Il testimone da Genova scrive:

La vendetta sarà crudele!! Ti abbiamo avvisato e oggi ne discuteremo online tra noi cittadini__

A morte la TRADITORA!. (concessione patetica)

Papingon scrive:

signore di Agerola scusate, io sono il papà della picciridda.

Ma come osate!?! Ma voi lo sapete con chi avete a che fare ? 

Io sono campione mondiale di zuppa di cipudduzze!__Provateci a sfiorare il mio petalino di carciofo adorato e vi squaglio…………..

con un pirito!

e mo jatevenne che sto facendo colazzione.

Pasta coi pepi e vinello.

Saluto

Papingon

pingon scrive:

Simo,

cosa c'è che non va nei nostri commenti? Torna di sera, si parla di pilu.

Sorella Morte scrive:

Non dire poi che non ti avevo avvisata!

Mario De Fusco scrive:

Discutere della legge elettorale oggi come oggi è un esercizio

dialettico perfettamente inutile.Forse se ne potrà parlare quando il

quadro politico sarà piu' chiaro ossia dopo il congresso PD , la decadenza

del Berlusca e la scissione o meno del PDL.Ergo fra un mese.Nel

frattempo tutti faranno sfoggio di buona volontà sapendo perfettamente

che è solo aria fritta.

Cordialmente

Mario De Fusco

heiner scrive:

in ogni caso, caro mario, per una volta sono felice perché almeno il pd ha presentato quella che dai tempi dell'assemblea nazionale di (quanti anni fa??) sarebbe la sua proposta ufficiale. bene (cioè, male) abbiamo capito che non c'è spazio. ma almeno l'abbiamo presentata. 

Martina scrive:

mi sa tanto anche a me, anzi fai pure alla prossima legislatura

Marco 67 scrive:

Hai ragione.

Inutile incazzarsi ora.

marco scrive:

i ragazzi bisogna tenerli attivi, se no si deprimono, questo parlamento non è in grado di fare niente, ricordiamoci che la magioranza di loro sono stati paracadutati li, non hanno che una possibilità per tornarci un bel porcellum

Lorenzo M. scrive:

Sono molto scettico. Ogni volta che deve essere presa una decisione importante su un qualsivoglia argomento, la discussione si blocca e tutto viene rimandato. Si aspetta una sentenza, un congresso, il semestre di presidenza della UE, la fine delle vacanze, l'arrivo dell'inverno… L'importante e' sempre e solo rimandare, per non mostrare la pochezza di larghe intese che intese non sono affatto. Che si dimostri la pochezza dei partiti che ne fanno parte pare irrilevante.

Mario De Fusco scrive:

Caro Lorenzo ,

condivido il tuo scetticismo ma , in questo caso, la pausa ha qualche

giustificazione.Tanto per chiarire e mi fermo al PD : i quattro candidati

alla segreteria non mi sembra abbiano una idea condivisa sul tema.

Quindi se non sai chi sarà il nuovo segretario come fai a stabilire una

proposta precisa e unitaria del partito nel suo insieme?

Un saluto

Eugenio scrive:

Pippo, il problema del mattarellum e' che in uno schema tripolare quale quello in cui siamo le larghe intese sarebbero di nuovo alle porte. Del resto nel 94 quando si propose per la prima volta bastarono i Popolari al 15% per produrre una maggioranza incerta (FI+AN+Lega), adesso Grillo veleggia sopra il 20% e sebbene mi aspetti un loro crollo, dubito che scenderanno sotto il 15% a breve. Per cui l'unico sistema elettorale che ci possa forse far uscire da questa impasse  e' il maggioritario a doppio turno – nemmeno alla francese che prevede il passaggio di 4 candidati al secondo turno- ma secco sui primi 2 candidati.  Il mattarellum e' meglio del porcellum e dovrebbe essere considerato solo un piano B che ha il solo vantaggio di dare un minimo di scelta in piu' agli elettori

nat scrive:

Quoto Eugenio

Lorenzo M. scrive:

E non pensi che sia arrivato il momento del "piano B"? Cosa bisogna aspettare ancora?

Matteo Renzi scrive:

Io sono per il doppio turno. Di giorno si vota per me e la notte dopo le 2 per gli altri candidati.

Gianni Cuperlo scrive:

Io sono per il premio di maggioranza dato al Massimo.

Gianni Pittella scrive:

Io sono per il proporzionale elevato al fattore di Potenza per i soli candidati lucani.

Pippo scrive:

Io sono per il triplo salto mortale…non ce la farò mai!

OT x Italiani all'Estero

Anche in Europa sono in corso di organizzazione alcune iniziative a sostegno della candidatura di Civati. Al momento ci hanno riferito di un incontro con Tocci A Bruxelles (domani) e uno con Taddei a Londra (martedì).

Alcune info qui

http://siberianipercivati.com/2013/11/13/civatiani-europei/

Martina scrive:

Sandra Zampa su FB:

Leggo, secondo una agenzia di stampa, che gli ulivisti prodiani sarebbero divisi tra elettori renziani e astensione. Devo dare all'agenzia un suggerimento e una notizia. Il primo è che la democrazia non si serve mistificando la realtà. La seconda è che nella realtà ci saranno tanti ulivisti prodiani a scegliere Pippo Civati.

nat scrive:

Sandra Zampa mi e' sempre piaciuta, e'  una persona seria e diretta. Al Politicamp di Reggio mi aveva emozionato ricordando i tempi "dell'Ulivo" . Bei tempi! 

Martina scrive:

aggiornamento Civati al 15%, Cuperlo 41%, Renzi 42%, Pittella 1%

http://www.youtrend.it/2013/11/10/congresso-pd-i-dati-dai-circoli/

FrancyP scrive:

Martina@ purtroppo, è un dato di fatto, una buona parte dei tesserati, tanti 60enni, sono molto legati alla vecchia nomenclatura che lavora, non a caso, per Cuperlo. Alle primarie Civati otterrà il giusto riconoscimento.

Martina scrive:

si credo anch'io che alle primarie le percentuali cambieranno, ma anche nei circoli quello di Civati mi sembra un buon risultato, chissà non si arrivi anche a un 20%

marco scrive:

se arriva a 20% qualcuno va in bagno di corsa e ci resta

pingon scrive:

Che poi stiamo parlando di questo

La soluzione proposta dall'ex presidente della Camera Luciano Violante è: un sistema proporzionale con un premio di maggioranza al 45%, soglia di sbarramento al 5% e possibilità del ballottaggio. La coalizione (o il partito)che raggiunge il 45%, in particolare, ottiene il premio di maggioranza del 55%. Il premio viene assegnato su base nazionale, alla Camera e al Senato. Se nessuno raggiunge il 45% si va al ballottaggio tra le prime due coalizioni (o partiti). La soluzione delineata contempla anche il voto di preferenza (con la possibilità di una seconda preferenza di genere).

heiner scrive:

questo sembrerebbe a naso più favorevole ai 5 stelle (a parte la questione delle coalizioni, ma: se decidessero che al ballottaggio ci vanno i partiti e non le coalizioni, probabilmente si ridisegnarebbe anche il quadro partitico).

in ogni caso è senz'altro meglio del porcellum. ma non ho studiato i particolari. in genere preferirei un doppio turno se non si raggiunge il 50%.

pingon scrive:

Tutte le soluzioni (sono tre) del comitato dei saggi favorisono i 5s. Tutte tranne la loro. Assurdo.

heiner scrive:

hai un link per la loro proposta?

heiner scrive:

ho letto un paio di articoli ma non riesco a capire una cosa: quanti parlamentari verrebbero eletti in uno dei collegi da loro proposti? mi manca questo numero per capirci qualcosa di più

pingon scrive:

Si tratta, nella bozza originale, di un sistema proporzionale fondato sul metodo D’Hondt per la ripartizione che assegna più seggi ai partiti che prendono molti voti, meno a quelli che ne prendono pochi; circoscrizioni piccole, su base provinciale e, soprattutto, possibilità per l’elettore di dare la propria preferenza in positivo (+1 voto) o in negativo (-1 voto). Per il M5S occorre “ridare il potere ai cittadini, consentendo loro non solo di scegliere i propri rappresentanti, ma anche di escludere coloro che non sono ritenuti degni. Facciamo pulizia degli impresentabili!”. Nella bozza di articolato è previsto che “una volta espresso il voto di lista, l’elettore può altresì escludere dalla sola lista prescelta un numero di candidati non superiore alla metà dei seggi assegnati alla circoscrizione o, nei casi di circoscrizione metropolitana, alla ripartizione in cui esercita il diritto di voto. Per esprimere l’esclusione, l’elettore traccia con la matita un segno sopra il simbolo “-” colorato in rosso che compare nel riquadro contenete il nome del candidato che l’elettore intenda escludere”. Per ogni esclusione validamente effettuata, “l’elettore può altresì esprimere un ulteriore voto di preferenza, rispetto a quello assegnato automaticamente ai sensi del comma 1 dell’articolo 59, a favore di uno dei candidati della lista votata e che egli non abbia escluso, oppure un voto di preferenza a un candidato di un’altra lista. Per esprimere la preferenza – si legge ancora nella proposta M5S – l’elettore traccia con la matita un segno sopra il simbolo “+” colorato in verde che compare nel riquadro contenente il nome del candidato che l’elettore intenda preferire”.

Una supercazzola. Io non capisco.

marco scrive:

Pin ma che diavolo di proposta è?

heiner scrive:

mah. questa storia del voto negativo non la conoscevo, ma non mi sembra proprio il massimo della democrazia.  considerato poi che prima delle elezioni, a seconda dei sondaggi, staremo tutti a discutere su a chi dare il segno negativo, se conviene più darlo a quelli perché ci piacciono di meno o a quest'altri perché ci rubano i voti. andremo al seggio con la calcolatrice… :-)  

 

pingon scrive:

Ma che ne so. Ci vuole una laurea in legge per capirla, che poi ce l'avrei pure, ma a quanto pare non basta.

L'unica cosa che mi è chiara è questa: non vogliono che i candidati siano scelti dai partiti. Senon mi piaci, SCEEEII FUORIIII

heiner scrive:

oops. ho capito adesso. le preferenze all'interno dello stesso partito. va be', un po' meglio. 

resta comunque per me la domanda principale: quanti parlamentari saranno eletti per ogni collegio? tra 2, 5 o 7 la differenza può essere enorme (per dire)

FrancyP scrive:

la soglia di sbarramento al 5% ha un senso se è su base nazionale.

Marco 67 scrive:

Il punto è che nel nostro paese, così eterogeneo, l'unico modo per uscirne è quella del doppio turno che permette a forze che non abbiano maggioranze impossibili da ottenere (dato che non siamo in un sistema bipartitico) di governare con sufficiente legittimità (legittimate al secondo turno). 

Oggi la cosa è ancora più evidente visto la trinità che si è formata.

Purtroppo questo voto certifica l'avversità al doppio turno e sostanzialmente a un sistema maggioritario anche dei sedicenti nuovi. Cosa che mi era chiara da tempo.

Purtroppo Il M5S punta a un proporzionale corretto oltre all'obiettivo di destabilizzare ulteriormente il sistema per sciacallare sulle macerie, per il semplice fatto che la pochezza dei suoi salterebbe immediatamente agli occhi in un confronto di collegio. Con il proporzionale ci pensa Grillo a lanciare qualche slogan demagogico alla piazza per racimolare consenso.

simo scrive:

In generale è due palle così seguire la politica sui giornali e in televisione. Qui ogni tanto era piacevole leggere i commenti…Ora non vi seguo più. Vi state lettizzando… 

Piero Boccuni scrive:

FACCIAMOLO, PER UNA VOLTA, PER IL PIACERE DI FARLO. Siamo arrivati alle Convenzioni: ora si dovrebbe iniziare a parlare delle mozioni e del segretario nazionale …ora. Quello che viene richiesto agli iscritti è un voto per segretario Nazionale e per il suo progetto di partito o di paese, non un voto a favore o contro una determinata amministrazione a livello locale. Non è neanche il momento di …scegliere il premier, quello avverrà in futuro. Votiamo solo una ipotesi di futuro e pertanto vi invito a sceglierne una bella….perchè dopo, avremo perso un'occasione e sarà inutile lamentarsi al bar. Io invito dunque tutti a fare una cosa nuova: votate chi vi piace, per una volta; votate la direzione che secondo voi questo partito dovrebbe avere, fuori da qualunque altra valutazione. Fatelo, per una volta, per il piacere di farlo: proverete a voi stessi che è bello, che rilassa le rughe della fronte quando ci guardiamo allo specchio, che fa bene a noi e al paese.

marco scrive:

e basta con questi bei discorsi che la legge elettorale serve per il bene di tutti, è teoria pura ogni formazione politica cerca la forma che le è più congeniale e da cui pensa di poter trarre maggior benificio, quindi vista la situazione parlamentare è chiaro come il sole che con qualcuno dovresti trovare un accordo, inoltre in questo casino anche dentro le formazione politiche, escluso il m5ms, ci sono altrettante divisioni per tornaconti interni, insomma nel frattempo finisce la legislature e si torna a votare con il porcellum, questo mi pare la peggiore prospettiva ma purtroppo la più plausibile

FrancyP scrive:

grazie, una bella iniezione di fiducia :(
Quindi, il moV5s non è diverso. E' bastato poco tempo, sei mesi, per renderli simili agli altri, votati al proprio tornaconto. Scusa mi era parso di capire che fossero animati dal desiderio di cambiare questo paese.

Ursula scrive:

Hai ragione Pippo, ma ho paura che nessuno, o almeno la maggioranza, sia veramente intenzionato a farla una legge elettorale e nemmeno a tornare al mattarellum. Era chiaro fin dall'inizio  eh non c'era una chiara volontá di farlo, altrimenti, essendo questa la stessa maggioranza che ha sostenuto il governo Monti l'avrebbero già fatta nella legislatura passata. Putroppo nello stallo generale questo governo tenta di rimanere a galla per approvare una legge di stabilità che scontenterà tutti, senza portare a quel cambiamento di rotta di cui il paese avrebbe bisogno. A QUESTA CLASSE POLITICA MANCA UNA VISIONE FUTURA. Come si può andare avanti se al massimo l'obiettivo è arrivare all'ANNO SUCCESSIVO, ma che dico anno, siamo fortunati se pensano ai 2-3mesi successivi e a volte si riesce solo a fare anche peggio. È difficile fare una legge elettorale in tale situazione e del senso di responsabilità tante volte professato un pò da ogni parte ne vedo veramente poco…E IN QUESTO CONTESTO TU RAPPRESENTI UNA DELLE RARE E SPLENDIDE ECCEZIONI…! 

FrancyP scrive:

Civati, tenuto conto che sei impegnato per le primarie, perchè non presenti una tua proposta? Renzi sta per presentarla.
Pingon@ per quanto riguarda la scelta del moV5s, in commissione, non sono d'accordo con la tua semplicistica analisi. La legge elettorale è necessaria per il paese. Una buona legge elettorale contribuisce alla scelta di una buona classe politica. Evidentemente questo non è l'interesse del movimento impegnato ad arruolare "soldatini di piombo".

Maria Franciesca Poschi scrive:

;) :) :( ;) :) :(  

Noi a Firenze abbiamo le propostine.

Mattia Rienzo scrive:

hretina le suppostine di coolness! ma mi ascolti huando pallo?

la signorina francy vuol favorire ?!

pingon scrive:

Secondo loro il doppio turno non è la migliore. Ora presenteranno la loro proposta, vedremo. Io ho letto i contenuti in generale e non mi sembra una buona soluzione.

 

FrancyP scrive:

pingon@ in un paese come il nostro, esageratamente frammentato, soprattutto a sinistra, la loro proposta è palesemente un ritorno al passato, al pentapartito, quando un movimento con il 3% era necessario quanto quello con il 30%, divenendo di fatto ago della bilancia e con un potere ricattatorio nei confronti della maggioranza.
 

Chicco scrive:

Quindi per giustificare öla governabilità (che non è data da un sistema elettorale, ma da partiti politici responsabili e che non fanno patti sottobanco per spartirsi la torta) facciamo pure vincere chi si becca la maggioranza relativa dei votanti… col panorama attuale un 34% al primo turno e un 51 al secondo e schiaccio la testa a tutti gli altri partiti, fragandomene della democrazia e delle minoranze… Se questa è la democrazia che volete potete anche andare in Ungheria…

P.S. Pingon non ho ancora letto l'ultima mail, ma ringrazio e mi scuso. Son preso ultimamente. Specialmente non mi hanno ancora confermato se potro' poi iscrivermi, quindi sono un po' in balia degli eventi…

heiner scrive:

facciamo pure vincere chi si becca la maggioranza relativa dei votanti…

non è esattamente così. con il doppio turno scegli sempre il meno peggio. è come l'elezione per il sindaco. non schiacci la testa, come pizzarotti non l'ha sciacciata a nessuno a parma, pur avendo preso solo il 20% (!!) al primo turno.

il problema per i 5 stelle è diverso: ovvero il fatto che nonostante quel che si dica di radicamento sul territorio sono più un movimento di opinione. in un doppio turno di collegio un vito crimi rischierebbe di perdere anche contro di me.

FrancyP scrive:

non sono favorevole al premio di maggioranza nè tantomeno al ritorno al proporzionale, ci mancherebbe!!!
Credo che la legge per i sindaci sia il giusto compromesso. Funziona molto bene e con le dovute correzioni funzionerebbe anche a livello nazionale. E' necessario restituire la certezza ai cittadini che non ci saranno più le larghe intese, chi vince ha il diritto e dovere di governare assumendosene tutte le responsabilità affinchè alla fine del mandato si possa giudicare e decidere.

franco1250 scrive:

A proposito Pippo, a cosa servono le semplici operazioni di matematica di cui sopra? forse a fari sentire più imbecilli?

Operazioni al cervello scrive:

tu lo eri prima dell' intervento.. putroppo inutile.

franco1250 scrive:

Naturalmente ho sbagliato apposta, così, per vedere l'effetto che fa.

schnaps84 scrive:

questo sinapso è un inutile coglione!.. altro che provocazioni, Cazzate in quantitá industriali, caso unico nel suo genere :

Fuga di carcassa all' estero.

Resta nel coffeeshop dove a scrocco via wi-fi scrivi cazzate assurde sul Blog di Civati…e

Non uscire in strada (l' europa ringrazia)

sinapsi81 scrive:

Lo sanno tutti che il badante dei voti di Grillo al Senato è Calderoli.

franco1250 scrive:

Bravo Civati, hai colto nel segno, come quasi sempre, ti voterei alle primarie, sono sempre andato a votare, questa volta no, non andrò, mi sono ripromesso di non andare più a votare le primarie e versare 2 euro, fino a quando non abolirete il finanziamento ai partiti, a cosa servono i soldi che i partiti prendono se non a questo?

Amina scrive:

Ripensaci……
Non è mai stato importante e decisivo come questa volta.
Civati merita tutto il nostro appoggio. .

mikiciccio scrive:

Temo che finché non ci sarà la ripresa non si farà nessuna legge elettorale. Farla prima vorrebbe dire, per i margheritini e i pidiellini, rischiare di lasciarne il merito a chi verrebbe dopo in caso di elezioni.

sinapsi81 scrive:

Il Mattarellum è la legge del maggioritario bastardo all'italiana.

E' quella che ha proposto maggioranze improbabili, desistenze varie ed eventuali, Tremonti eletto con i centristi e poi diventato Ministro di Berlusconi.

No al ritorno al passato per tutelare le minoranze e il loro potere di veto.

 

pingon scrive:

Ma basta ahahahahah.

Hai capito il discorso? Non ci sono i voti in Parlamento per il doppio turno.

sinapsi81 scrive:

Non ci sono neppure per il Mattarellum.

E' la solita trappola orchestrata da Calderoli per i gonzi della sinistra.

 

sinapsi81 scrive:

Il fatto che Calderoli poi proponga una nuova legge elettorale dove aver prodotto la devastazione della democrazia italiana con quella vigente e che qualcuno gli dia corda la dice lunga….

pingon scrive:

Nessuno gli ha dato corda.

Sundance scrive:

Cari sinapsi e marco

il ns ospite sta scrivendo quello che vi ho scritto ieri: non c'è da andare ad accattonare voti dagli "sfascisti", il governo nasce con questo imprimatur: votare una nuova legge elettorale.

se ancora una volta non siete capaci di fare quello che promettete, salvo aumentare iva e tasse insieme alla spesa pubblica, beh è sicuramente colpa dei grullini a cui bocciate tutte le proposte di legge, ma poi dovrebbero accorrere a votare le vostre. Anche quelle che hanno sempre dichiarato di non volere.

 

pingon scrive:

E infatti, si accordino con il pdl. E' questo il discorso.

Marco 67 scrive:

Guarda, non devi dirlo a me cosa sono i Grillini, dato che lo dico da tre anni. E come tali li ho sempre considerati.

Semmai quelli che hanno preso fischi per fiaschi, quelli che volevano farci governi più o meno di cambiamento sono altri.

Per inciso: si parla di regole per il funzionamento della politica e quindi del Paese, teoricamente neutrali, non di dispetti da bambini.

 

Mario De Fusco scrive:

Ciao Sun,

ho l'impressione che ultimamente ti stai "talebanizzando" un pelino.

Anche sulla questione che i 5S non votano a prescindere le proposte

PD in quanto lo stesso è , al momento, alleato del PDL la trovo alquanto

stravagante. La legge elettorale è un qualcosa chè è o dovrebbe essere

al di fuori delle logiche governative.E' una regola del gioco che va cambiata

e vale per tutti i giocatori e tutti dovrebbero contribuire a migliorarla.

Se ognuno si arrocca nel proprio fortino (ed è quello che piu' o meno

tutti stanno facendo) non cambieremo mai nulla anche perchè nessuno

da solo ha i numeri. Come se ne esce? Qui dovrebbe scattare il buon

senso e la logica del bene comune.Ma in questo parlamento (nessuno

escluso) dubito molto che questi elementari principi abbiano un minimo

di seguito.

Un caro saluto e buona giornata.

Mario De Fusco

Sundance scrive:

Mario

capisco cosa vuoi dire, ed in parte lo condivido. Quello che però fino ad oggi è passato da parte del pd (ed anche da parecchi partecipanti al blog) è che TUTTE le proposte del m5s, anche quelle che magari avevano punti di contatto con il programma del pd sono state bocciate a prescindere. Quindi non si può invocare la mano tesa quando tu (che fra l'altro sei il più forte) l'hai sempre negata. Soprattutto per una legge che il m5s, a torto o ragione, ha sempre dichiarato che non avrebbe votato. 

Anche nella risposta sopra di marco, si invoca "al paese" alla "politica" e si giudica il comportamenrto del m5s come "da bambini", mentre quando è stato il pd a bocciare tutte le proposte del m5s era "buona politica". 

Sono io che mi talebanizzo o l'occhio di chi guarda si costruisce la verità che preferisce ? 

Marco 67 scrive:

Mattarellum.

Mi spieghi con chi la vuoi fare la coalizione? Con Grillo??? (Per carità di patria)

Un'altra armata brancaleone?

A me pare che con il Mattarellum ci sia la vittoria alla destra, l'unica in grado di mettere insieme "cani e porci" senza farli litigare dopo 10 minuti, ma molto più probabilmente ancora  le larghe intese forzate.

Sbaglio?

 

 

Nicola Morra scrive:

"Oggi, in commissione affari costituzionali, si è votato per i tre ordini del giorno che son stati depositati entro questa mattina alle 12,30. meglio, si sarebbe dovuto votare. ma, come al solito, quello che con loro è sicuro alle 16,55, alle 17,05 non ha più conferma…..
cosa è successo?
in primis calderoli, presagendo forse quanto sarebbe poi accaduto, ha chiesto preventivamente un impegno formale a votare nella seduta odierna tutti e tre gli odg presentati, nella speranza (sua) di ottenere, senza la possibilità di ulteriori trattative, di mercanteggiamenti ed altro, l'approvazione del suo odg che prevede il ripristino di un mattarellum corretto con alcuni criteri propri del sistema elettorale per i sindaci, in modo tale da favorire inequivocabilmente il bipolarismo ipocrita e farlocco cui siamo stati abituati negli ultimi decenni (ci si presenta insieme alle elezioni per gli evidenti vantaggi che ne conseguono, per poi separarsi subito dopo, tradendo il patto elettorale ed accaparrandosi posti e diritti che sarebbero stati di altri) e contro cui ci battiamo con fermezza.
a fronte di questa richiesta, dopo discussione, si è deciso di accettare la posizione della lega.
bene, dopo che il pd ha visto il suo odg, il primo ad esser votato, non approvato perchè senza maggioranza, DIETRO FRONT, E NON SI VOTA PIU' SUGLI ALTRI…
decisione presa dalla maggioranza dell'assemblea, decisione che risulta utile a chi fa della politica una continua serie di simulazioni e dissimulazioni, di finte e contro-finte, di ricatti e minacce.
così il pd, che dovrà regolare al suo interno tanti conti fra i renziani ed il resto del partito, il pdl -con falchi e colombe intente a capire chi dovrà estinguersi per primi-, e scelta civica (anch'essa divisa fra casiniani e montiani) hanno rinnegato quanto avevano votato appena pochi minuti prima…

ma questa è la politica, almeno così mi dicono i cronisti parlamentari, ed i colleghi di lungo corso….
"e no," io replico a chi mi fa certe considerazioni, "questa è la becera politica dell'ipocrisia e della doppiezza che ha portato il paese allo sbando e contro cui ho deciso di spendermi in questi mesi", perchè questa è una dimensione che è lontana anni luce dalla valutazione dei principi ideali, dal rispetto della verità, dal riconoscimento della dignità degli avversari….

qua ti debbono sempre fregare, debbono sempre ordire trappole, debbono sempre attendere che cosa il capo -in questo caso il sindaco di firenze- decida.
ma chi se ne frega dei rapporti con questo partito o con quello, dei sondaggi, dei calcoli di convenienza…..se ho dato la parola, io la rispetto. anche se non sarò, in questo modo, un buon politico, sarò almeno una persona rispettabile, un cittadino onesto e veritiero."

pingon scrive:

Sì, va bene, ma cosa pensano di fare? Il doppio turno no, la Calderoli nuova no. Quindi?! No, ce lo comunichino, magari…

Oppure dicano che va bene il porcellum, così la piantiamo una volta per tutte.

Disinformata? Infomati! scrive:

https://scontent-a.xx.fbcdn.net/hphotos-prn2/1468521_647319738624344_1256885354_n.jpg

La proposta del M5S e' gia' stata discussa e presentata dai parlamentari. Verra' anche messa sulla nuova piattaforma che permette agli attivisti di "emendarla".

E' la proposta di TUTTO il movimento.

georgia scrive:

a fronte di questa richiesta, dopo discussione, si è deciso di accettare la posizione della lega.

certo che  … accettare, per quanto riguarda la legge eletterale, la posizione della lega non mi sembra proprio una gran genialata :-( :

Il mattarellum, con buona pace del buon giacchetti, non era affatto una buona legge, anzi. Meglio del porcellum certo, ma accidenti al meglio!
Non amo renzi e non lo voterò, ma la legge del sindaco d'italia per ora è la proposta più intelligente. Certo occorrono piccole modifiche alla costituzione, ma siccome in quel binario lì stiamo già andando avanti sarebbe meglio concentrarsi su UNA VERA E DEFINITIVA LEGGE ELETTORALE invece di perderci un'altra volta una legislatura e mandare tutto all'aria. Io penso che ci meritiamo una vera legge elettorale che non sia un qualcosa di rabberciato alla io boja..

sinapsi81 scrive:

No a Mattarellum.

Chi vuole un sistema moderno a doppio turno, voti Renzi alle primarie.

giovanna scrive:

Quoto. E aggiungo che per me un PD rinnovato partirebbe da Civati segretario e Renzi premier (ragazzi, mettetevi d'accordo)

georgia scrive:

la legge lettorale NON può essere usata come propaganda elettorale, è una cosa troppo seria e fondamentale e che ci riguarda tutti.
Il mattarellum uscì incompleta da un referendum  priva dei pesi e contrappesi necessari (visto che fu cambiata solo la legge in se). Ritornare al mattarellum vuol dire ammettere la sconfitta democratica. Noi italiani non siamo più capaci di farci una legge elttorale moderna e democratica?
Poi tenete conto che con il mattarellum, ai candiati la campagna elettorale costava una fraccata di soldi, quindi saranno solo i ricchi a poter correre nei collegi uninominali e gli altri dipenderanno dal volere del partito ancora di più di adesso. Certo voi mi direte che esistono gli auto-finanziamenti (vedi renzi e grillo). Certo ma mentre un politico come davide serra o chiunque faccia una politica liberista e populista, troverà fiumi di soldi, mentre chi difenderà altri settori che rendono meno, NON riceverà neppure un euro anzi verrà sfottuto ecc. ecc.
Non facciamoci fregare un'altra volta

Fabio scrive:

La possibilità di rimediare al mancato passaggio sulla mozione giachetti c'era e ci sarà ancora. Ma, ormai, mi sembra che quelli che vogliono tornare a votare col porcellum abbiano gettato la maschera…

Fabio.