A Riccardo

Vorrei che dedicassimo questa vittoria elettorale a una persona splendida come Riccardo Sarfatti. Così, senza retorica e senza dover aggiungere altro.

I ventenni contro il ventennio

Dimenticavo: questa vittoria è tutta dei ragazzi di vent'anni che hanno votato per Pisapia. Secondo le stime, come ricordavamo, sono il 61%. Un mio vecchio slogan può tornare utile: i ventenni per chiudere con questo ventennio. Proprio così.

Adesso B potrà fare il capo dell'opposizione

E non solo a Milano. Intanto, noi riflettiamo. La giornata straordinaria di Pietro. Il grazie di Filippo. Quello che non vi diranno, ve lo dice Alessandro. Per quanto mi riguarda il commento, da irresponsabile, lo avevo già scritto in mattinata.

Il commento migliore è quello di Romano Prodi: «Hanno perso perché non hanno capito come va il mondo».

Per questa sera è tutto. Sono le due. Domani ci si sveglia presto, c'è da fare la Prossima Italia.

Spazio commenti

Hanno bloccato i commenti al blog, mi segnalano. Mi dispiace. Provate qui sotto. Proprio oggi, mi chiedo?

Fate refresh

Anche in senso politico. Dalle 14.30 la direttissima su Ciwati da Milano. Che parte in anticipo.

17.55. La diretta si trasferisce in piazza Duomo. Conto di andarci in auto, prima che arrivi Pisapia e rimetta l'Ecopass.

17.49. Pausa abbracci.

17.48. Pisapia dice che bisogna avere stile e comportarsi in modo nuovo, anche in questo momento. Così si fa.

17.47. Un risultato B lo ha ottenuto: i sostenitori di Pisapia emanano strani afrori.

17.45. Pisapia va in piazza del Duomo a festeggiare.

17.44. Un pensiero di Pisapia a Napoli. Suo papà era napoletano. Segnale forte, dice il sindaco di Milano.

17.43. Pisapia parla di affetto e di amicizia che ci legherà tutti. Bello.

17.42. Secondo gli instant poll di Termometro, Pisapia ha stravinto tra i giovani: 61%.

17.41. «Mettere da parte le contrapposizioni frontali», dice un Pisapia obamiano.

17.40. Brutte notizie da Cosenza. Era andata già molto male al primo turno. Peccato.

17.38. «Libera Milano, Giuliano, libera Milano». Arriva Pisapia.

17.28. Qualcuno grida: «Sucate libera!».

17.22. E comunque, nota politica, a far le campagne tipo Sarah Palin non si vince. Anche questo conta, oggi. E conterà in futuro. E c'entra anche con il risultato della Lega, perché mai c'è stata una campagna leghista come questa.

17.16. Un pensiero va a Mastella. Com'era? Se vince De Magistris, mi suicido. No, dai, basta che ti ritiri.

17.14. Pare che Latorre a La7 abbia detto che il risultato dimostra che per vincere bisogna smetterla con la «politica di Palazzo». Non ci sto credendo.

17.10. Sta per arrivare Pisapia, qui, all'Elfo.

17.08. Pare che a Rimini siamo in rimonta. Il candidato della destra si chiama Renzi. Non vale.

17.07. E comunque quei bravi ragazzi di Termometro politico avevano detto che Pisapia avrebbe preso il 55,5%. Precisi, come sempre.

17.04. Un giornalista mi chiede: ripartire da Casini? Facciamo che ripartiamo da Pisapia, dai.

16.47. Tra mezz'ora arriva Pisapia. Sindaco. Di. Milano.

16.44. Adesso faccio una pausa. Secondo le ultime proiezioni, sono disidratato all'80%.

16.39. Il ventennio si conclude così: è il peggior risultato della destra da quando faccio politica.

16.38. Festeggiare con Michele Serra, al Comitato Pisapia, non ha prezzo.

16.37. Anche a San Benedetto del Tronto, per dire. Solo Varese, gli rimane.

16.18. Mi sa che abbiamo vinto in tutti i posti dove ho fatto campagna elettorale, per dire (momento ombelicale).

16.17. Abbiamo vinto anche a Domodossola. 54%.

16.15. Che bello, ragazzi. Che bello.

16.14. Pisapia è sopra al 55%.

16.13. De Magistris supera i record di Bassolino, mi sa.

16.12. Per un pelo non vinciamo a Varese. Peccato.

16.11. In questo momento a Repubblica Tv. Con Cacciari.

16.10. Abbiamo vinto anche a Novara.

16.07. Voleva il test nazionale e abbiamo vinto dappertutto. Centrosinistra avanti anche a Gallarate.

16.06. Circa il 55% ad Arcore, per il centrosinistra. A Desio, città colpita dalle inchieste sulla 'ndrangheta, il centrosinistra è quasi al 60%.

16.05. Previsioni al 50% del campione: Pisapia sindaco, ancora un po' di più. Al 55%. Cosa vi avevamo detto?

16.04. Abbiamo vinto ad Arcore.

16.00. Pisapia sindaco.

15.59. Abbiamo vinto a Desio e siamo in vantaggio a Novara.

15.43. De Magistris al 60%. Noi lo sapevamo già.

15.42. Pisapia arriverà al 54%. Vedrete. Le seconde proiezioni sono molto migliori delle precedenti. Tranquilli.

15.41. Zedda stravince a Cagliari: è vento.

15.30. Prima proiezione: Pisapia 50,8% – Moratti 49,2%. 6% del campione. De Magistris sindaco.

15.29. Ottimismo anche da Cagliari, mi dicono. Attendiamo le proiezioni, però, perché Cagliari è too close to call.

15.14. A Napoli, secondo gli intention poll, De Magistris è sindaco, con un ampio margine di vantaggio.

15.13. Il ballottaggio in cui partiamo sfavoriti, secondo i sondaggi, è Cagliari.

15.12. Dal Comitato Pisapia anche Alessandro Amadori dice che vince Pisapia. Il dato peggiore per Pisapia è il 51%. Si tratta di stime mooolto caute.

15.02. Aspettiamo comunque i dati definitivi.

15.01. Tra poco su Corriere.it, il vostro affezionatissimo.

15.00. Termometro politico. Pisapia 53,5%-57,5%. Il resto alla Moratti.

14.56. Tensione alle stelle. Tra quattro minuti gli instant poll. Però noi attendiamo i dati definitivi, vero?

14.50. Mancano dieci minuti. Tranquilli.

14.47. Arriva Paolo Rossi. Dal 1982 non si respirava un'aria così.

14.45. Arriva anche Gianluca Briguglia. Sono momenti importanti.

14.43. Come diceva qualcuno, son qui bello paciarotto.

14.41. Moratti e Pisapia sono del '49 tutti e due. Ma oggi non finirà così.

14.38. Laura chiede: «Camicia fiorata o eskimo?». La risposta tra venti minuti.

14.35. Mi si sta scaricando la batteria del Mac. Colpa di Pisapia.

14.33. Arianna Ciccone arriva al Comitato e dice che vince la Moratti di brutto. Pare sia un suo rituale.

14.30. Mi scrive Giulia: «se per caso stasera ci fosse qualcosa da festeggiare, va bene se arrivo in Centrale, prendo la gialla e scendo a MOSCHEA?».

14.28. Pietro ha il dato di Sucate: la Moratti al 120%.

14.25. Marcello Volpato sta lavorando. Le cose cambiano.

14.20. Mancano 40 minuti. Più o meno la percentuale che prenderà qualcuno.

14.12. Sono in possesso dei dati degli instant poll, ma non ve li posso dire.

14.09. Secondo Termometro politico quando vince l'Inter, vince B. Si tratta di Coppa Italia, però.

14.08. In attesa anche dei dati di Arcore.

14.04. Arriva Zoro, Si parla di Zedda e della Sardegna. A Cagliari è il ballottaggio più difficile.

13.55. Il candidato di Massimo Cacciari, Gabriele Albertini, campeggia sui manifesti con Letizia Moratti.

13.54. Ho consegnato il mio pronostico da giorni a Lorenzo Pregliasco, che vi dirà se ci ho preso.

13.47. Un ragazzo si è avvicinato chiedendo se in corso Buenos Aires vendono le camicie di Formigoni.

13.45. Sono arrivati quei bravi ragazzi di Termometro politico. Concentrati, come sempre. E accaldati, pare.

13.42. Ci dicono di aspettare cinque minuti per il panino. La giornata delle attese.

13.39. Il vostro affezionatissimo in diretta dal comitato Pisapia, all'Elfo Puccini, corso Buenos Aires. Ci vediamo qui, nel caso.

13.37. Fossi in voi, alla fine andrei a vedere i dati che riguardano il voto dei giovani, così magari si capisce, una buona volta, perché si parla di partito dei giovani.

13.35. Primo dato: l'affluenza si è stabilizzata. I milanesi sono andati a votare presto, ieri mattina, ma poi l'andamento si è allineato con il dato nazionale. Forse non stavano nella pelle.

please