Pisapippa

Sarà per via del nome, ma a me questa Italia piace di più di quella che avevamo conosciuto. Perché non siamo tutti uguali, no, non lo siamo.

Commenta oppure fai il trackback: Indirizzo trackback .
philfilippini scrive:

AdF, il FQ censura quando si scrive Beppe Grullo o Sai Bamba in una risposta ad un post che ha nel titolo Pisapippa.

Siamo in pieno trip da Casaleggio, tu che ne sai?

utente anonimo scrive:

il MOv5S ha vinto, il Pd non ha vinto.
Ha vinto il sistema.

per cui il pd non fa parte del sistema e il mov5s si.

e quindi per essere antisistema bisogna votare pd.

emanuele martini

utente anonimo scrive:

Troppo facile smerdare e non trovare un detersivo adatto.

Giovanni

utente anonimo scrive:

Grillo. Chi? :-)

Ho l'impressione che esca spesso quando il centrosinistra può vincere o consolidarsi.

Altra cosa le persone che si danno da fare su alcune proposte: ciclo rifiuti ben fatto, trasparenza, politica di servizio ecc. ecc.

Chi ha voglia di impegnarsi seriamente, è giusto che abbia spazio.

Ma non deve dimenticare nei nostri comuni, da 20 anni almeno, le stesse proposte sono messe in pratica da moltissime liste civiche, più o meno legati alle realtà dei partiti.

Francesco (le cui solitarie scelte del proprio comune sul tema dell'acqua lo portarono ad essere citato in uno spettacolo di Grillo, anni fa. C'è chi ci arriva prima e chi vive di luce altrui. Grilli ha bisogno del M5S. L'M5S non ha bisogno di Grillo).

giampaoloPR scrive:

 grazie FR.
chiudiamo questa polemica inutile evitando le generalizzazioni, proprio perchè per primi non vogliamo che si generalizzi sul PD.
io credo che ogni elezione che veda candidati del M5S e ogni candidato eletto da loro sia un passo avanti che unisce.
saranno i guardiani della legalità all'interno dei vari organismi politici?
ben vengano, ce n'è bisogno.
ma soprattutto facendola, la politica, si accorgeranno, come sta già accadendo, di chi è uguale  a chi, e di chi è diverso da chi.
grillo non c'entra nulla in tutto questo, parla per farsi notare e quando lo ignorano sbiella di brutto.
l'attenzione era su pisapia, doveva dire qualcosa di eclatante.
banale.

utente anonimo scrive:

Anch'io risiedo all'estero, ho già votato da diversi giorni e mi faccio le stesse domande. Mi chiedo tra l'altro, visto che i l'approvazione del famigerato Omnibus è intervenuta a diffusione delle schede da parte dei consolati già avviata, se la consultazione referendaria non fosse da considerarsi già aperta e quindi la modifica delle normative ad essa sottoposta inammissibile.
Monica

utente anonimo scrive:

non e' una cosa di poco conto – io voto stasera (per posta) con la vecchia scheda, non e' che cosi' mi annullano il voto e – artificialmente -  abbassano la percentuale dei votanti impedendo cosi' di raggiungere il quorum?

Il consolato accetta i voti per posta fino all'8 Giugno alle 16, non c'e' ovviamente il tempo materiale di ristampare e reinviare le schede.

Qualcuno sa dirmi qualcosa di giuridicamente solido sull'argomento? Civati?

Daniele

utente anonimo scrive:

Sì, ma cosa vuol dire abrogare l'art. 5 commi 1 e 8? Chiedo lumi…

Andrea

utente anonimo scrive:

E io voto oggi (all'estero si vota per posta, e mi sono arrivate ieri le 4 schede) …

Daniele

utente anonimo scrive:

Il 12 e 13 giugno si voterà anche per il referendum sul nucleare. L'ufficio elettorale della Corte di Cassazione ha stabilito, infatti, che le modifiche apportate dal governo alle norme sul nucleare non precludono la celebrazione della consultazione popolare. La Cassazione ha quindi confermato che i cittadini potranno esprimersi anche sul quesito depositato a suo tempo dall'Idv, che resta in campo assieme agli altri tre, due sull'acqua e uno sul legittimo impedimento di premier e ministri a partecipare alle udienze.

È stata così accolta l'istanza presentata dal Pd che chiede di trasferire il quesito sulle nuove norme appena votate nel dl omnibus: quindi la richiesta di abrogazione rimane la stessa, ma invece di applicarsi alla precedente legge si applicherà appunto alle nuove norme sulla produzione di energia nucleare (art. 5 commi 1 e 8).
http://www.unita.it/ambiente/nucleare-la-cassazione-si-al-referendum-1.299349

Matteo '70

utente anonimo scrive:

Non capisco, se l'abrogazione riguarda solo il primo e ultimo comma vuol dire che si vota solo sulla sospensiva? Qualcuno ha capito cosa ha deciso la cassazione?

utente anonimo scrive:

@58

Io non userei la parola disprezzo, ma condivido la sostanza del tuo post. Il tuo "altro che le regole" per me significa che anche secondo te non è stata violata alcuna regola. Qualcun'altro sosteneva il contrario (52).

Andrea

utente anonimo scrive:

Intanto la Casszione conferma il referendum suk nuckeare

utente anonimo scrive:

@andrea: se il 90% degli italiani vota per abolire il finanziamento ai partiti (http://it.wikipedia.org/wiki/Finanziamento_pubblico_ai_partiti) e i partiti lo reintroducono cambiandone il nome, si disprezzano gli italiano (altro che le regole). Idem per il nucleare. Se vuoi ci prendiamo in giro, ma questa e' la realta'.

utente anonimo scrive:

@ daniele
va bene, cambiamo la legge elettorale. Però sul tema della democrazia e dei referendum ti voglio fare una domanda cattiva. Tu parli di "disprezzo per la democrazia e le regole". Sulla democrazia non mi esprimo, condivido quanto detto da philfilippini. Sulle regole: a quali violazioni delle regole ti riferisci?  Mi sai citare la legge che è stata bypassata per rifinanziare i partiti o provare a reintrodurre il nucleare dopo l'esito dei referendum?

Andrea

utente anonimo scrive:

@ 46

In effetti hai ragione,
grillusconi è molto altro: è quello che definiva gli zinggari periclosi per gli anziani,
e una vecchia puttana la Montalcini o quando si scagliava contro i redditi online…
Mi hai detto che per moltissime cose ci ha preso: bene,
guardiamo quelle per cui non ci ha preso, e consideriamo che se queste cose le avessero dette (e fatte) altri chissà cosa ne direbbe adesso il grillusconi con la pacatezza e l'eloquoi forbito che gli è proprio.

Matteo '70

utente anonimo scrive:

andrea ha perfettamente ragione: dopo aver ridotto i parlamentari e approvato il limite ai 2 mandati non c'è nulla.
politica industriale? imposte? sviluppo? non pervenuti.
i suoi elettori sono un po' di ex verdi e un po' di ex rifondaroli, gente che vive nell'empireo e che non vede oltre lo scandaletto o la ruberia, come se il mondo si fermasse allo stipendio del parlamentare.

il solito anonimo

giampaoloPR scrive:

se tutti i simpatizzanti o gli eletti del M5S sono uguali a grillo, allora anche civati è uguale a d'alema.

philfilippini scrive:

@ Daniele: il modello democratico della Repubblica non è consultivo (referendum propositivi) ed è precisamente la Repubblica parlamentare.

Dei referendum (abrogativi) viene fatto spesso un uso strumentale e fuori contesto.

utente anonimo scrive:

@Andrea: attualmente lo pseudo-governo di berlusconi puo' andare avanti perche' una serie di parlamentari eletti da nessuno (semplicemente indicati da 4-5 segretari di partito) che si vendono al miglior offerente in attesa che passi la data limite entro la quale intascheranno un vitalizio di circa 4,000 EURO. Questo non e' un problema per l'Italia? Che il governo del paese dipenda da queste bassezze?

Risolto questo, passi all'altro grande problema, l'Energia. Ma anche qui hai a che fare con la democrazia e come questa viene calpestata dalla casta.  Lo sai bene che ci sono stati i referendum sul nucleare (e anche sul finanziamento ai partiti ecc.) ma questi (la casta)  se ne fregano altamente. Poi salta in aria il Giappone, e per far saltare un secondo referendum che dati della Sardegna alla mano avrebbe vinto con il 98%, abrogano temporaneamente una norma. Ti sembra questo disprezzo per la democrazia e le regole non sia un problema per l'Italia? (tra l'altro per me tutto questo  ha origine quando D'Alema presidente del consiglio ordina ai caccia italiani di far bombardare Belgrado in palese violazione della costituzione.)

Quindi possiamo parlare di tutti i temi economici che vuoi, ma quando la cricca al potere e' quella e il disprezzo di ogni regola e' la regola, forse le priorita' sono altre. Se no i tuoi postulati economici sono solo "blowing in the wind".

Daniele

utente anonimo scrive:

Sono corrette molte delle considerazioni che si fanno oggi su Grillo e la distinzione fra lui e il Movimento.
Il qualunquismo dei "tutti uguali" dimostra che all'uomo interessa solo picconare o fare il comico in un altra veste (e le motivazioni – come si sa – sono anche economiche).
Se Grillo volesse davvero fare il politico e portare a casa qualcuna delle battaglie a cui tiene tanto (per esempio, quella contro i privilegi della casta) dovrebbe "accordarsi" con una parte perchè è veilleitario pensare di diventare maggioritari così…  e anche di poter durare nel tempo.
Certo che se nel 2007 ci fosse stato il coraggio di accettare la sua provocazione e di farlo partecipare alle nostre primarie (dove avrebbe preso si è no un 5% di voti) oggi sarebbe fjnito.
FranzPa

utente anonimo scrive:

@ 48

Ok, lasciamo stare grillo. Concentriamoci sulla sua base (le 350.000 firme). Cosa vogliono i grillini? Ridurre i privilegi della casta?

Ok, allora potremmo fare un bell'accordo: il PD apre un dialogo coi grillini, magari ne elegge anche qualcuno nelle sue liste al parlamento (come coi radicali, ad esempio). Per poter fare aprire questo dialogo i grillini mettono sul piatto le loro richieste. Suppongo siano quelle che mi indichi tu come priorità…
Magari le vinciamo anche le prossime elezioni e governiamo noi. Entro i primi 100 giorni facciamo le leggi che dici tu. E poi? Per i restanti 5 anni?

Converrai con me che al primo ddl in materia economica i nodi che pongono sul rapporto banche-industria verrebbero al pettine? O pensiamo veramente che i problemi dell'Italia siano se un parlamentare prende 15, 10 o 2 mila euro al mese?

Andrea

utente anonimo scrive:

@Andrea: perche' non parti dalle 350.000 firme per una legge popolare che prevede l'impossibilita' di mandati plurimi e no ai condannati in parlamento?

O la riduzione dei privilegi alla casta politica?

Vedasi: http://www.beppegrillo.it/iniziative/movimentocinquestelle/Programma-Movimento-5-Stelle.pdf

utente anonimo scrive:

@ 44

Se oscilli, come si sarebbe detto in altri contesti, tra massimalismo e nullismo, è chiaro che ogni tanto, anzi spesso, ci prendi.

Il problema che ci dovremmo porre però è quale contributo di cambiamento i grillini stanno dando al paese. Il PD si è impegnato in un progetto laico, riformista e liberale per l'Italia. Solo due esempi: cosa c'è di riformista nel dire che chi costruisce gli inceneritori uccide la popolazione per assecondare le lobbies?
Cosa c'è di liberale nel vietare gli incroci azionari tra sistema bancario e sistema industriale?

Credo che il PD abbia ben chiaro che il cilco dei rifiuti va chiuso e che le banche forniscono i capitali che servono all'indutria. O no?

Andrea

utente anonimo scrive:

@Matteo – commenti come farebbe il giornale, "tipo quando Pisapia fara' i campi Rom in piazza Duomo o trasformera' La Scala in un centro sociale".

Per loro Pisapia e' quello, e per te le cose fatte da Grillo (e adesso dal M5S) sono di Bella e i PC sfasciati.

Triste.

utente anonimo scrive:

Tipo quando sfasciava i pc sul palco o quando assicurava l'efficacia della cura Di Bella…

Matteo '70

utente anonimo scrive:

Adesso c'e' una grandissima occasione per provare la diversita' di questa sinistra al governo di Milano dalla solita pratica cementizia e affaristica.

I fatti varranno piu' di queste parole – spero Beppe Grillo si sbagli di grosso. Sfortunatamente per moltissime cose ci ha preso, con anni di anticipo.

utente anonimo scrive:

Solo una cosa sul tema "il M5S è diverso da Beppe Grillo". Il movimento, o non associazione, ha un suo (non) statuto. (http://www.beppegrillo.it/iniziative/movimentocinquestelle/Regolamento-Movimento-5-Stelle.pdf)

Cito

Art 1. il M5S " trae origine e trova il suo epicentro nel blog http://www.beppegrillo.it."
Art. 4. il M5S "intende raccogliere l’esperienza maturata nell’ambito del blog…"
e potrei andare avanti.

La base elettorale di grillo forma una forza politica diversa? Meglio così. Ma si distinguano esplicitamente. Altrimenti… su cosa si basa questa differenza?

Andrea

giampaoloPR scrive:

certo che non capire la differenza fra M5S e lega…secondo me bisogna essere proprio ottusi dentro.
se son questi i giovani….

utente anonimo scrive:

L'ex comico divenuto buffone è in piena crisi per la doppia sconfitta
(vittoria di candidati "estremi" e trionfo dell'attuale opposizione)
quindi si afida al suo repertorio di insulti e contumelie,
dimostrando così che è proprio lui ad essere uguale a chi è stato sconfitto,
visto che usa lo stesso linguaggio triviale.
Linguaggio che è stato respinto al mittente da una popolazione esasperata che non vuole più ascoltare urla berci e grida, ma vuole un confronto serio sereno e onesto sulle cose concrete

Matteo '70

utente anonimo scrive:

Sono d’accordo con chi dice che è un po’ facile dire che i “grillini” sono molto meglio di Grillo.
Anche se in parte è vero, credo che M5S senza Grillo, la sua arroganza verbale, il suo massimalismo demagogico e i suoi insulti gratuiti, sarebbe un fenomeno molto più contenuto.

Marco 67

philfilippini scrive:

Di Beppe Grullo (c) penso tutto il male possibile, parimenti è nota la mia posizione sui grullini.
Fintantoché rimangono dentro il M5S possono essere anche dei premi Nobel ma non sono spendibili: un po' la storia del partigiano e del repubblichino di Italo Calvino.
Un minuto dopo che escono, sono loro amico (politicamente).

Il M5S, per come stesso è congegnato (e non a caso) è il regno della Prevalenza del Cretino. Chi ci rimane è tale (o pensa già a come uscirne).

utente anonimo scrive:

GRILLO NON CONOSCE I GRILLINI!!!! CONTINUA COSI' E ARRIVERA' A FARE GLI SPETTACOLI CONTRO I CALISE E I RAGAZZI CHE SONO NEI GAZEBI, A LUI TANTO NON VA BENE NIENTE. PARLIAMO CON I GRILLINI, MA NON CON GRILLO

LEO

utente anonimo scrive:

ma grillo lo sà che a milano ci sono state le primarie che i cittadini hanno scelto fortunatamente  oltre a berlusconi anche per  grillo chi vota a sinistra e senza cervello?

la destra non va bene (QUESTO E VERO ) la sinistra che cerca di dare una mano a gli operai non va bene neppure questa  ma cosa vuole l' anarchia

utente anonimo scrive:

spasossisimo.
http://www.youtube.com/watch?v=pIl9ResjwQk

emanuele martini

utente anonimo scrive:

Grillo urla perché gli frana il terreno sotto i piedi. Lungi da essere una pisapippa, il nuovo sindaco, con l'aura dell'impresa compiuta, con le feste di contorno, con la sua capacità di parlare tranquillamente, rende inutile Beppe Grullo.

Però la base dei M5S è diversa da quella della Lega: per quanto incazzati, c'è in loro molta ansia di onestà, giustizia sociale, trasparenza, ricambio. Molte facce presentati dai M5S sono facce presentabili.

La stragrande maggioranza di queste persone sono persone di sinistra deluse.

Per questo bisogna dialogarci. Poi un politico deve parlare con tutti gli elettori, anche quelli della Lega.

L'errore di Bersani, secondo me, è quello innanzitutto di far finta di non vedere gli aspetti problematici ("Lo so che non siete razzisti…"), poi quello di credere che sei vuoi parlare agli elettori leghisti, devi parlare con Bossi o Maroni, confermando così l'idea che quegli elettori e quei voti son "roba loro", mentre dovrebbe vederli come roba sua.

FR

utente anonimo scrive:

Non capisco una cosa. se Bersani dice di dialogare con la Lega perchè "la base" è diversa dai vertici e perchè a livello locale i militanti sono a volte apprezzabili giù tutti a criticare perchè non si possono separare Bossi, calderoli e gli altri dalla base, se invece si parla di dialogo con il partito di grillo, beh allora ci sono i distuinguo, i ragazzi ragionevoli, ecc…ecc
No, mi spiace: il Movimento Beppegrillo si identifica col suo fondatore. Ci sono distinguo all'interno? certamente.
Possono manifestarsi alla luce del sole? No, perchè non c'è alcun tipo di democrazia interna. Quindi quel partito si identificherà col suo capo.
Vogliamo dialogare "con le persone"? bene, escano da quel partito e ne fondino un altro, con le stesse idee, ma democratico e plurale. Allora si potrà dialogare.
ciao,
stefano

utente anonimo scrive:

Ciao! Chi vi scrive almeno fino a un paio di anni fa era un assiduo lettore e sostenitore delle idee propugnate dal blog di Grillo (ho financo partecipato ai Vday). Per dirla in breve, oggi di Grillo ho un'opinione molto diversa dal passato. E la colpa è solo sua: non è assolutamente più un comico, ma è diventato un politico che fa del qualunquismo e della demagogia il suo stile di propaganda; il piccolo Movimento populista di cui è a tutti gli effetti "proprietario e padre" non realizzerà mai le molte cose buone che propone perchè preferisce rimanere rinchiuso nel suo mito di purezza e diversità dagli altri partiti. Tutto ciò per capitalizzare i voti di pancia dei cittadini scontenti i quali non a caso continua ad assecondare col solito ritornello ("sono tutti uguali" e "noi siamo diversi, siamo oltre!"). Quel che ho capito è che a Beppe non importa assolutamente nulla di cambiare questo paese. E poi gli insulti agli avversari con la scusa della satira (ma o fai satira o fai il politico: sciogli l'ambiguità Beppe!), e i discorsi semi-leghisti sui rom e gli immigrati… ecco perchè Grillo mi ha stancato.

utente anonimo scrive:

gap

Credo che sei ingeneroso con L. Sofri.

Lui dice piuttosto che i ggiovani non hanno fatto ancora abbastanza. E secondo me qui e' lui ad essere ingeneroso coi giovani. Pero' non e' un discorso livoroso, non vuole essere una ripicca e niente. Anche perche' tutti gli editoriali-peana per la vittoria di Pisapia li scrive lui.

FR

utente anonimo scrive:

@ 28
il problema è chi ti tasserà domani e quanto. E a vantaggio di chi.
Ma son problemi troppo complessi per te. Stattene tranquillo nelle tue granitiche certezze. Benvenuto a bordo del Titanic, e buon viaggio

utente anonimo scrive:

Che tristezza i commenti di Rocca e di Luca Sofri, vecchi loro dentro  ed incapaci di mettersi in gioco veramente e proprio per questo leggermente livorosi nel dover constatare che un sessantenne ha avuto più coraggio ed energia di loro e si è messo in gioco, pur potendosene stare tranquillamente  nei salotti della borghesia che ha fatto il sessantotto.
Incapaci di riconoscere veramente la novità che queste elezioni hanno rappresentato. Pisapia non aveva bisogno di rivincite e non ha rubato il posto a nessuno di questi giovani, perchè loro, i  due giovani non c'erano tutti occupati a coltivare il loro piccolo orticello mediatico.
Potevano candidarsi loro, ma non l'hanno fatto, per fortuna nostra.
Invece dovremmo essere grati a tutti coloro che si sono spesi veramente per raggiungere questo risultato, specialmente ai giovani, quelli veri, che hanno creduto in questa impresa fantastica.
gap 
http://www.wittgenstein.it/2011/05/31/lo-spirito-della-statale/#comments

giampaoloPR scrive:

e chi mi tassa oggi?
chi mi ha tassato negli ultimi 20 anni?
dai sparisci….

utente anonimo scrive:

@ 26
è qui che ti sbagli: per lo stato sei solo un codice fiscale, per il comune un dato catastale. Tassare tassare tassare!
Comunque meglio stare a Sucate che a Cazzate.

giampaoloPR scrive:

anonimo, io ho un nome.
sai cosa fa male davvero?
stare a sucate….

utente anonimo scrive:

@ 17
Sta passando la corazzata Potemkin, se ti dai una mossa fai in tempo a salirci sopra

@ 22
La verità fa male

utente anonimo scrive:

su pisapia ho preso un abbaglio, sulla impossibilità di dialogare con m5s no: esistono solo se dicono che il centrosinistra è uguale al centrodestra, se boeri è uguale a decorato, se gli unici giusti sono loro.
nessun dialogo è possibile e io dico neppure auspicabile.

il solito anonimo

EzioBS scrive:

Se andate sul blog di Grillo e leggete i commenti al post mi sembra che i cosiddetti "grillini" siano tutti più avanti di lui…sui primi dieci (partendo dal fondo) 1 gli da ragione e 9 gli danno contro…anche questo è un bel segnale! Ve ne riporto uno:
"Ci manca solo "menomale che Grillo c'è" e poi non c'è piùdifferenza tra il m5s e il pdl.
Ogni commento critico nei confronti di Grillo è seguito da un commento di insulti dei suoi sostenitori.
Sembra di stare sul sito de Il Giornale."

giampaoloPR scrive:

 comunque nonostante tutto meglio grillo di christian rocca citato dal n. 16.

Metapapero scrive:

che poi se ne fosse uscito con PisaPippo, almeno avrebbe fatto un minimo di analisi politica sensata

Metapapero scrive:

PisaPuppa sindaco di Sucate

Metapapero scrive:

era meglio PisaPuppa, faceva piu' ridere

Grillo sta perdendo i colpi

utente anonimo scrive:

… A ME UNA CIABATTA, CHE LO FACCIO METAFORICAMENTE SECCO!
manu

utente anonimo scrive:

@16

dio che caz…te che dice sto tizio. Lo spirito degli anni '70 antropologicamente più vecchio della Milano da bere degli anni '80? Cioè del brodo di cultura di Craxi e Berlusconi fatto diventare modello di vita dai film dei Vanzina?

Marino

utente anonimo scrive:

Per lui nessun "nuovo" o cambiamento sarà mai abbastanza, perché significherebbe la sua fine.
Non a caso ha proposto candidature "estreme" per una qualsiasi formazione politica "tradizionale".

Marco 67

utente anonimo scrive:

e anche i ragazzi del movimento 5 stelle son diversi da lui (almeno i giovani)

al.

utente anonimo scrive:

GRILLO PER UN PAR DI MESI ALL' ANNO STA CON IL C…..O  A  BAGNO ALLE MALDIVE QUANDO CI SONO LE ELEZIONI Fà UN PAR DI PIAZZATE SPARE 3 CA……….  QUESTO è IL SUO MOVIMENTO

utente anonimo scrive:

Hanno ragione gli Afterhours:
"La mia generazione ha un trucco buono
critica tutti per non criticar nessuno
fa rivoluzioni che non fanno male
così che poi non cambi mai"

Ma quanto è facile stare lì a parlare, a dire che tanto sono tutti uguali, che tanto non cambia niente…

No, non siamo tutti uguali.
Non ci aspettiamo miracoli, ma ci mettiamo le nostre energie per cercare di cambiare quello che non va bene.

E poi, che Grillo parli non di elettori ma di "tifoseria", proprio lui…!!

upndown scrive:

Comunque Grillo vuol far vedere che esiste ancora, ma a Milano è evidente che ha operato una sorta di desistenza per permettere la vittoria di Pisapia: candida un ventenne da mettere come simbolo ma che oggettivamente non ha il peso per prendere piu' del 2/3% e poi sta zitto per tutto il ballottaggio, permettendo che i suoi voti si riversassero su Pisapia.
Ora puo' parlare, borbottare, brontolare, ma lo fa adesso ad urne chiuse.
Sono il solo a pensarla cosi'?

utente anonimo scrive:

Il movimento 5 stelle deve piano piano chiedersi cosa vuole fare da grande e troverà modo, ne sono certo, di emanciparsi anche dal suo leader fondatore. Io ho visto tantissime brave persone lavorare in questi mesi per il cambiamento e non ho dubbi che i tanti giovani che erano a lavorare con 5 stelle abbiamo molto da dare e da dire. secondo me molti di loro avranno piena voglia e leggittima ambizione per essere propositivi e di governo e non solo di eterna opposizone come va bene al fondatore che su questo veicola il suo prodotto.
Bisogna parlarci e non incaponirsi ora con tutte questa persone, ne ero certo ieri e lo sono anche dopo due sparate fuoriluogo di Grillo

Il gorilla

giampaoloPR scrive:

 credo che queste amministrative siano un'ottima occasione anche per scremare la politica (M5S) dall'antipolitica (Grillo) e che i primi a capirlo siano proprio i "ragazzi" del M5S (perchè non son tutti ragazzini eh).
perchè loro lo sanno che pisapia e moratti non sono uguali, e non basterà un comico, per quanto simpatico, a convincerli del contrario.
se abbiamo avuto fiducia nelle persone e abbiamo vinto, continiuamo ad averne e non consideriamo il M5S come subalterno a grillo.
poi sta a noi fare proposte credibili, sostenute dalle primarie.

utente anonimo scrive:

Mi sembra un buon inizio di dialogo… 
;-)

Marco 67

utente anonimo scrive:

Mi ricorda molto Bordiga e la sua concezione ideologica della politica e della vita sociale e civile, no?
Cosimo

utente anonimo scrive:

Mi chiedo quando i grillini, che reputo ragazzi onesti, si staccheranno da questo buffone
Jacopo

utente anonimo scrive:

sta a rosicà!

(e rosico pur'io, che me devo tenè alemanno!)

Fred

philfilippini scrive:

Calembour per calembour, è un Beppe Grullo…